Regolazione fari auto: come fare

Regolazione fari auto: come fare

La regolazione dei fari è un intervento semplice ma importante per la sicurezza sulla strada. Vedremo perché bisogna regolare le luci dell’auto, come si procede, cosa bisogna fare, quando non è necessario e quando conviene andare in officina.

Perché bisogna regolare i fari

Sul mercato ci sono ormai tanti tipi di fari per auto, di serie o come optional. Ma per illuminare correttamente la strada, bisogna che i fari vengono regolati al meglio, per illuminare in modo più efficiente. Qualsiasi sia il dispositivo fari auto scelto, le procedure per come regolare i fari auto possono essere diverse.

Se i fari emettono un fascio luminoso eccessivamente alto, c’è il rischio di abbagliare il traffico in senso opposto, mentre le luci troppo basse non svolgono il loro compito e la visibilità e scarsa. Ma la regolazione fari auto non è permanente. Ci sono casi in cui va cambiata.

Uno dei casi in cui bisogna regolare i fari auto è quando il carico è particolarmente elevato, quando cioè il veicolo è quasi al massimo del carico possibile, soprattutto se carico di bagagli nel baule. In questo caso la macchina ha una conformazione diversa, una distribuzione del peso tale per cui i fari non fanno più luce nello stesso modo e nella stessa direzione.

Altri casi in cui bisogna intervenire, se si è costretti a viaggiare di notte per lunghi tratti, sono il traino di un rimorchio, l’utilizzo di un ruotino di emergenza (la ruota di scorta di dimensioni ridotte) e naturalmente quando il veicolo torna nella conformazione normale, tolti i pesi, rimorchio, o ripristinato l’assetto e le ruote. Anche quando si cambiano le lampade, è meglio verificare la regolazione altezza fari.

Quando non bisogna regolare i fari

A volte la visibilità e l’efficacia dei fari degrada, ma non per motivi risolvibili con una regolazione. Il caso più tipico è la lampada a fine vita che non funziona come dovrebbe, oppure la superficie del faro che si è graffiata, o addirittura crepata. Alcuni fari hanno delle coperture in plexiglas che sono più delicate e si graffiano facilmente.

I fari anteriori sono soggetti al rischio di essere colpiti da sassi o altri detriti. Prima di agire sulla regolazione dei fari, è meglio controllare che i fari siano ben puliti, se necessario anche smerigliati, se sono danneggiati anche sostituiti.

Quando non bisogna regolare i fari: kit per lucidare i fari

Esistono dei kit per lucidare i fari, non costano molto e restituiscono la massima lucentezza e trasparenza.

Come prepararsi per regolare i fari

Vediamo ora come regolare i fari anabbaglianti. Prima di tutto bisogna controllare la pressione dei pneumatici, che deve essere quella corretta in tutte le gomme.

Come prepararsi per regolare i fari

Poi bisogna controllare che gli ammortizzatori funzionino bene. Senza queste due semplici premesse, la regolazione può essere inefficace.

Portare la macchina davanti a una parete, a una distanza minima di 5 metri. L’ideale sarebbe stare a 10 metri, per fare dei calcoli facili. Poi portare il fascio all’altezza massima, regolando a zero (il punto più in alto). Trovare sulla parete il limite superiore della luce dei fari; si può usare un foglio di carta per distinguere la luce diretta da quella diffusa. Segnare a parete l’altezza rilevata.

Poi segnare anche il bordo inferiore della luce diretta, che dovrebbe essere almeno di 50 cm. Se questo è inferiore, non è un problema di regolazione, ma di riflettore o di faro e bisogna fare un controllo più approfondito. Poi bisogna trovare il bordo superiore della luce diretta che arriva sulla parete. Con una distanza di 10 metri e un’inclinazione standard di 1-1,5%, la luce diretta si deve abbassare di circa 10 cm sulla parete. Se la distanza è di 5 metri, la differenza sarà di circa 5 centimetri.

Come regolare nel dettaglio

Ogni veicolo deve essere dotato per legge di strumenti per la regolazione verticale e la regolazione orizzontale dei fari auto. In alcuni modelli, questa si comanda elettricamente, con pulsanti all’interno, uno per ogni asse. Altrimenti sono presenti delle viti di regolazione fari auto.

In ogni caso, si può fare riferimento allo schema di regolazione fari auto per capire come funziona in ogni singolo modello. Una volta imparato, diventa molto semplice. In sostanza, si fa ruotare la vite di regolazione di pochi millimetri, cercando di capire l’effetto sulla parete, fino a raggiungere la posizione ottimale.

Prima di regolare altezza e direzione, è meglio controllare anche che i fari siano livellati. Per farlo, bisogna indicare i punti centrali della luce emessa da entrambi i fari e misurare con una bolla (una livella) se sono allineati oppure no.

Quando i fari non sono alogeni, come funziona?

Quando i fari non sono alogeni, come funziona

Il panorama dei vari possibili fari ha creato anche più modalità di regolazione. Ad esempio, la regolazione fari lenticolari implica il controllo e la regolazione della lente stessa, mentre per la regolazione fari xenon e nel caso dei fari più moderni, ci sono dei sensori che consentono di regolare fari led o ad esempio laser in automatico.

Se la luce emessa è molto potente, oltre i 2000 lumen, la legge prevede la regolazione automatica, come nel caso di quasi tutti i proiettori a LED o allo xeno. In questi casi non conviene intervenire a mano per controllare l’impostazione di base dei fari, perché i fari sono molto tecnologici e si rischia di fare più danni che bene. I fari più avanzati sono persino dotati di annullamento selettivo del cono di luce, controllato da un computer.

In questi casi, e anche negli altri, se non ci si sente sicuri, basta fare un salto in officina o dall’elettrauto. La regolazione dei fari è un intervento molto semplice e costa poco. Nel caso dei fari alogeni, in pochi minuti e con una trentina di euro è tutto fatto. A volte le officine offrono come promozione in autunno la regolazione gratuita.

Conclusione

La prima volta, può sembrare difficile regolare i fari dell’auto, ma una volta imparata la procedura, la si può ripetere in pochi minuti ogni volta che serve. I fari alogeni si possono regolare dalle apposite viti, oppure con i pulsanti, a bordo, mentre nel caso dei fari più tecnologici, come i fari a LED o allo xeno, la regolazione deve essere automatica per legge.

Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *