Сambio olio moto

Сambio olio moto

Il controllo e il cambio dell’olio sono operazioni di routine, ma spesso si rischia di dimenticarsene, o di far coincidere le scadenze con quelle dell’auto, o con quelle della moto precedente: niente di più sbagliato.

Le esigenze della moto in termini di olio motore variano moltissimo in base al modello e non hanno molto a che vedere con le quattro ruote. Alcune moto consumano molto, mentre altre hanno un consumo ridotto di lubrificante. Vediamo di scendere nel dettaglio.

Due parole sull’olio della moto

Il lubrificante è un fluido tecnico essenziale per ogni veicolo, svolge una funzione doppia sul motore: oltre a lubrificare le parti in movimento, favorendone lo scorrimento e abbattendo l’attrito, funge anche da liquido raffreddante.

Così le parti interne in moto radente (come i pistoni) o in moto volvente (come i cuscinetti) possono muoversi meglio e sono protette anche dalla corrosione e dalla formazione di sedimenti (morchia). L’olio ha una durata di servizio ed è un elemento che si consuma con l’utilizzo, ecco perché è importante verificare quando cambiare l’olio motore in moto o in macchina.

Ogni olio è prodotto con una base, che può essere minerale o sintetica (o mista). Gli oli minerali sono derivati del petrolio, mentre i prodotti sintetici sono derivati da trattamenti chimici. La base può anche essere rigenerata, cioè provenire da altro lubrificante usato. Infine c’è la componente degli additivi, altre sostanze aggiunte alla base per enfatizzare alcune proprietà.

Tutti i lubrificanti sono classificati con specifiche (costruttori, ACEA, API e altre) che ne descrivono le qualità di scorrimento a bassa temperatura e la viscosità ad alta temperatura. Infine i lubrificanti vengono anche certificati in base alla resa, con parametri di qualità.

Ogni prodotto è diverso dall’altro

Quando cambiare olio motore moto

Con tutti questi parametri da considerare il cambio olio motore moto rischia di diventare un incubo, oppure una prassi piatta in cui ci si limita a sostituire il lubrificante con lo stesso identico prodotto inserito dal produttore, senza farci domande (sempre che il prodotto non vada fuori produzione).

D’altro canto, ogni libretto tecnico indica quali sono i prodotti compatibili e scegliere un prodotto diverso da quello originale, rimanendo nell’elenco stilato dal produttore, può consentire maggiore agio nella scelta dell’olio motore.

Una indicazione importante è ogni quanto cambiare l’olio motore in moto. una prima indicazione è temporale e riguarda la durata del prodotto in sé. Infatti, col tempo, ogni lubrificante tende a perdere le proprie qualità chimiche.

Questo è un dato importante anche al momento dell’acquisto: è meglio evitare offerte di prodotti troppo vicini alla data di scadenza, col rischio di dover cambiare di nuovo troppo presto (o di avere un lubrificante che non funziona, anche peggio!).

Il secondo parametro per decidere di intervenire è di percorrenza e ovviamente cambia in base all’utilizzo del veicolo. Nel caso del cambio olio moto, ogni quanti km bisogna intervenire? Anche se non esiste un parametro valido per tutti, la percorrenza è indicata sul prodotto. Alcuni oli durano fino a 10mila km, soprattutto se si viaggia in ambienti più puliti. Se invece la moto viaggia spesso in città, facilmente il cambio sarà da anticipare sui 5-6mila km.

Come procedere

Vediamo cosa serve per il cambio del lubrificante. Oltre al prodotto nuovo, accompagnato dal filtro dell’olio anch’esso nuovo, servono guanti protettivi (in lattice), una bacinella per raccogliere l’olio esausto, con una tanica per il suo smaltimento, l’imbuto, la chiave per il tappo, stracci e fogli di giornale per evitare di sporcare troppo.

Fissare la moto sul cavalletto. Se il motore è leggermente fuori dal freddo è meglio, così il lubrificante scorre meglio. Dopo aver adeguatamente protetto le mani e il pavimento con giornali e stracci, svitare il tappo facendo attenzione a tenere il tappo con la mano per evitare che cada nella bacinella.

Filtro olio per il Suo motociclo

Lasciare che l’olio scenda tutto nella bacinella svuotando l’impianto. Poi svitare il filtro con la chiave apposita e svuotarlo dall’olio. La sede di montaggio del filtro va pulita per bene, per evitare che si creino delle incrostazioni che renderebbero difficile il prossimo cambio del filtro.

Infine, inclinare appena la moto per far uscire le ultime gocce. Lubrificare la guarnizione del filtro e la parte superiore del filtro stesso, riempirlo circa di un quinto con il lubrificante nuovo, poi montare il filtro. Chiudere il tappo di svuotamento, poi aprire il tappo del serbatoio e procedere a riempire con il prodotto nuovo usando la quantità indicata sulle istruzioni.

Olio motore e olio del cambio

Moltissimi modelli di moto hanno l’impianto dell’olio motore comunicante con quello del cambio, quindi un cambio unico risolve entrambi i problemi. Ma ci sono delle eccezioni anche importanti, come le moto Guzzi o alcune BMW con motore boxer e trasmissione a cardano, oltre che le moto a due tempi.

In questi casi, l’olio cambio moto non è lo stesso dell’olio motore e bisogna procedere in due tempi al cambio. Questa separazione consente di scegliere per la trasmissione un prodotto che modifichi l’attrito in base alla temperatura, con una viscosità maggiore o minore in base all’ambiente e all’utilizzo.

In questi casi, bisogna controllare il livello del lubrificante per la trasmissione tramite l’apposito foro di controllo. Se necessario si può rabboccare con lo stesso prodotto, sempre che l’olio sia ancora di qualità.

La procedura per il cambio è simile a quella per l’olio motore. Si scarica l’olio esausto, si chiude il bullone di scarico con una nuova rondella di tenuta e si riempie la scatola ingranaggi con il prodotto nuovo.

Conclusione

Per una moto sempre efficiente, verificare che l’olio motore (ed eventualmente quello del cambio se è diverso) sia sempre nella quantità necessaria e che non sia vicino alla scadenza, inoltre che non abbia superato la percorrenza massima consigliata. Un lubrificante efficiente consente al motore e alla trasmissione di raggiungere sempre il massimo delle prestazioni.

    La Sua pagina del profilo è il Suo assistente personale

    Annota le spese dell’auto, con registro e programma di sostituzione, salva materiali preferiti, appunti e documenti