Qual è la pressione corretta per i pneumatici per moto?

Qual è la pressione corretta per i pneumatici per moto?

In ogni veicolo, il controllo delle gomme è fondamentale. Camion, furgoni, auto… ma il controllo pressione gomme in moto è forse ancor più determinante per la sicurezza, prima ancora che per le prestazioni.

Con solo due ruote a sostenere il veicolo e scaricare sulla strada la potenza del motore, basta un piccolo problema a una delle ruote per mettere in crisi la stabilità strutturale. Con le velocità che si possono raggiungere e il traffico che circola, è un pensiero che è meglio togliersi.

Il valore giusto, per chi?

Cominciamo col dire che non esiste un valore unico universale per tutte le moto. Se cambi modello, tipo di veicolo, dovrai anche controllare le nuove pressioni consigliate dal produttore. La pressione pneumatici per moto dipende dal tipo di moto e di gomma.

È importante conoscere i valori ideali e imparare come controllare la pressione delle gomme, perché una gonfiatura eccessiva o scarsa è pericolosa. In particolare, se la gomma è troppo gonfia, si parla di sovragonfiaggio, l’area di contatto con la superficie stradale si riduce.

Inoltre, una gomma troppo gonfia si usura più rapidamente e in modo non uniforme, trasmettendo anche più vibrazioni, per cui la sella diventa anche scomoda. Invece se la pressione interna non è sufficiente, si ottengono problemi opposti.

La gomma poco gonfia è meno efficiente, quindi aumenta il consumo di carburante, il controllo diventa più difficile e la velocità massima diminuisce. Si ha la sensazione di non tenere bene la strada, perché la gomma ha più gioco rispetto alla ruota stessa.

Infine bisogna considerare la differenza tra pneumatico anteriore e posteriore. Le due ruote hanno ruoli diversi e quindi è normale che anche la pressione interna rispetto livelli leggermente diversi tra ruota di trazione e ruota sterzante.

Esempi pratici di pressione ideale

Il manuale della moto riporta i valori ideali per quel determinato veicolo. Esistono però dei valori di riferimento da tenere presente. La pressione gomme per moto da strada ad esempio va sui 2,3 bar in anteriore, mentre in posteriore siamo sui 2,5 bar. Questo considerando il peso medio con il solo conducente.

Ci sono molte variabili da considerare: se si viaggia pesanti, con un passeggero o con un bagaglio consistente, per lungo tempo, è meglio aumentare la pressione gomme moto di 0,2 bar. Se la moto viaggia spesso ad alta velocità, anche in questo caso è meglio aumentare il valore della ruota anteriore di 0,2 bar.

Anche la temperatura esterna influisce sui valori di pressione ruote moto. Quando fuori fa freddo, la gomma si può sgonfiare anche di 0,1-0,2 bar, quindi bisogna compensare aumentando la gonfiatura interna degli stessi valori. Invece d’estate, stagione in cui si utilizza di più il mezzo e le gomme si scaldano di più, bisogna riportare i valori su quelli consigliati.

Un altro caso sono le moto sportive o da corsa. per questi veicoli, la pressione ideale delle gomme cambia in quanto l’utilizzo del mezzo è specifico. Bisogna però considerare che le gomme da pista raggiungono temperature molto elevate, quindi la gonfiatura interna varia molto.

La giusta pressione pneumatici moto in questi casi può essere più bassa, anche meno di 1,5 bar per la ruota posteriore, che è quella che si surriscalda di più. Per l’anteriore, invece, è sufficiente togliere dal valore ideale 0,5 bar.

Quando e come controllare

Quando e come controllare

Lo strumento ideale per controllare è il manometro pressione gomme moto, ce ne sono molti in commercio e lo si può tenere in garage, pronto all’uso. Per chi preferisce avere tutto in casa e non passare dal benzinaio per rabboccare l’aria, ci sono compressori con manometro incorporato, così oltre a misurare si aggiusta direttamente.

In commercio si trovano anche compressori formato mini da collegare all’impianto di bordo o anche a una presa USB di una batteria esterna, costano poco e si collegano facilmente alle ruote, basta ricordare di tenere il motore al minimo durante la misurazione. Anche la cara vecchia pompa a pedale fa il suo lavoro, per un rabbocco rapido.

Una volta stabilito a che pressione vanno gonfiate le gomme della moto, come facciamo a sapere che la gonfiatura interna è cambiata e quando bisogna controllare? I sintomi di un cambio consistente di condizioni sono quelli di una gomma sgonfia (più probabilmente), diminuisce il controllo, la prestazione del mezzo cala.

La frequenza dei controlli dipende dall’uso. Se si usa lo scooter per andare in ufficio al mattino e tornare a casa la sera, controllare una volta al mese sarà più che sufficiente. Se invece si usa la moto per fare lunghi viaggi ogni fine settimana, allora l’ideale sarebbe controllare prima di partire e calibrare prima del viaggio.

Lo stesso vale se cambiano le condizioni. Ad esempio, se solitamente si viaggia da soli, ma si programma un viaggio in due, la pressione va regolata di conseguenza e poi riportata ai valori precedenti.

Come si gonfiano le gomme

Ci siamo preoccupati tanto di conoscere i valori ideali di gonfiatura, per poi rovinare tutto nel momento in cui gonfiamo le gomme? Ecco come evitare questo errore. Prima di tutto, si lavora a freddo, prima del viaggio, non durante o dopo. Per cui se la pressione va controllata e magari aumentata e bisogna passare in una stazione di servizio, farlo subito e andare nel posto più vicino. Altrimenti si rovina l’efficacia dell’intervento.

Controllare il collegamento del compressore alla valvola di gonfiaggio: se la bocchetta non è inserita correttamente si rischia di disperdere l’aria sotto pressione e il gonfiaggio non è efficace (o diventa interminabile).

Se la gomma si è sgonfiata drasticamente, potrebbe non essere un problema di pressione ma anche di danni al battistrada, o alla ruota stessa. In questo caso, prima è meglio procedere a un gonfiaggio fino al valore ideale, poi tenere monitorata la gomma evitando lunghi viaggi. Se dopo un utilizzo minimo la gomma è già calata, andare dal gommista.

Conclusione

La pressione dei pneumatici è una componente essenziale per la sicurezza. Gomme sgonfie o troppo gonfie possono costituire un pericolo, oltre che influire negativamente sulle prestazioni della moto. Meglio controllare regolarmente.

    La Sua pagina del profilo è il Suo assistente personale

    Annota le spese dell’auto, con registro e programma di sostituzione, salva materiali preferiti, appunti e documenti