Pompa acqua auto: sintomi e funzionamento

Pompa acqua auto: sintomi e funzionamento

La pompa dell’acqua è il nucleo del sistema di raffreddamento. Mette in movimento il fluido di raffreddamento nei vari circuiti. È azionata dalla cinghia dei servizi ed è soggetta a stress termico e meccanico. Vedremo come funziona e quali sono i sintomi di problemi alla pompa dell’acqua, come fare per evitarli e cosa fare in caso di guasto.

La pompa dell’acqua auto, cosa bisogna sapere

La pompa dell’acqua auto, cosa bisogna sapere

Nei veicoli con motore a combustione interna, il carburante viene acceso nelle camere di combustione, con una vera e propria esplosione, per questo si parla anche di motori “a scoppio”. Se la miscela di aria e carburante è ben fatta (rapporto stechiometrico), l’esplosione del carburante trasforma una gran parte dell’energia chimica in energia cinetica, la trazione.

Però la maggior parte dell’energia si trasforma comunque in calore, energia termica (ben oltre il 60%). Questo calore alza la temperatura generale del motore, per questo bisogna raffreddare il motore. Ecco il compito dell’impianto di raffreddamento, un circuito in cui circola un fluido tecnico (una miscela di acqua e liquido antigelo.

La pompa acqua dell’auto serve a forzare e migliorare la circolazione del fluido di raffreddamento, che deve cedere calore all’esterno, o all’impianto di riscaldamento del veicolo. La pompa acqua della macchina è azionata dalla cinghia di distribuzione. Può capitare che eventuali malfunzionamenti della pompa siano in realtà causati dalla cinghia (v. come cambiare la cinghia di distribuzione).

Pompa acqua per raffreddamento motore, come funziona

Per capire il funzionamento della pompa acqua in auto prima vediamo dove si trova questo elemento nel circuito di raffreddamento. Il fluido riscaldato dal motore circola in tre modalità. Una parte viene deviata verso il riscaldamento dell’aria interna all’abitacolo, quando bisogna alzare la temperatura nell’abitacolo. Un’altra parte può prendere la direzione di un circuito minore (tornare al motore) oppure di un circuito maggiore, verso il radiatore.

Il primo caso si verifica solo a motore freddo e serve per accelerare il riscaldamento del motore, per portarlo a temperatura operativa in meno tempo. Il secondo caso è il funzionamento regolare dell’impianto di raffreddamento, in cui il fluido si raffredda all’interno del radiatore per tornare al motore.

La pompa acqua dell’automobile è il cuore pulsante di tutto questo circuito, serve a fornire la forza meccanica che fa circolare il fluido di raffreddamento. La forza viene ricevuta dalla cinghia di distribuzione, per cui la pompa funziona solo a motore in funzione.

La pompa dell’acqua è soggetta a varie sollecitazioni, sia termiche che meccaniche. Per evitare danni al sistema di raffreddamento, quindi rischi gravi al motore, bisogna verificare che la pompa funzioni bene, facendo un controllo di routine ad ogni intervento di manutenzione, oppure alla comparsa di sintomi di malfunzionamento.

Pompa acqua auto rotta, i sintomi

Pompa acqua auto rotta, i sintomi

Evitare che il motore si surriscaldi è fondamentale, per questo bisogna regolarmente controllare l’impianto di riscaldamento. Oltre alla pompa, i problemi possono essere al radiatore o ai tubi di collegamento, che si possono intasare, ma anche al termostato (che decide dove mandare il fluido a seconda della temperatura del motore), ai raccordi o al vaso di espansione (perdite), alla ventola (che raffredda il fluido quando il flusso d’aria dall’esterno non basta).

Se la pompa acqua auto è rotta, il primo sintomo è il motore che si surriscalda rapidamente. Infatti, il raffreddamento non può funzionare senza la pompa. Bastano pochi chilometri per portare il motore alla temperatura operativa; senza il raffreddamento, questa temperatura viene presto superata. In questo caso bisogna fermarsi immediatamente; procedere col motore surriscaldato è troppo pericoloso.

Un altro guasto può essere la pompa acqua auto che perde, o una perdita nel circuito. Questo problema si riscontra facilmente dopo aver lasciato il veicolo parcheggiato nello stesso punto. Infatti si crea una pozzanghera sotto alla macchina, creata dal fluido uscito dal sistema. In questo caso, bisogna controllare il livello del fluido nel serbatoio. Prima di avviare la macchina, bisogna rabboccare, per poi andare a trovare e riparare le perdite.

Un difetto possibile è anche la pompa acqua auto rumorosa. Il rumore non proviene solo dalla pompa, ma può essere dovuto alla cinghia che la aziona. Le cinghie si usurano col tempo, fino a rendere indispensabile la sostituzione. Se la cinghia esce da un rullo si sente un rumore acuto. Qualunque rumore strano è un sintomo e bisogna fermarsi per scoprire il problema.

Cosa fare per evitare o risolvere i problemi della pompa dell’acqua

Una volta scoperto e individuato il problema, ci sono alcuni interventi utili per risolverlo, prima di dover ricorrere a una sostituzione. In particolare, nel caso di perdite, si può cercare il punto esatto. A volte si tratta di una guarnizione da sostituire, di un raccordo da sigillare.

In caso di sostituzione del fluido di raffreddamento, o anche quando si cambia la pompa, conviene effettuare un lavaggio del radiatore per eliminare ogni eventuale contaminante, che porterebbe a intasare il radiatore prematuramente, col rischio di sovraccaricare il sistema, con carico eccessivo sulla pompa e sulla cinghia.

Un errore comune è nella scelta del sigillante per pompa acqua auto. Infatti non tutte le pompe vanno installate con sigillante e anche quando il produttore dell’auto lo prevede, alcuni elementi non vanno trattati. In particolare, gli anelli di tenuta o i sistemi di tenuta a secco non necessitano di sigillante. Quando il sigillante è previsto, va usato senza esagerare, ne basta davvero una goccia sul bordo delle guarnizioni, eliminando ogni eccesso prima di inserire la pompa.

Sostituire la pompa dell’acqua

Sostituire la pompa dell’acqua

Se la pompa è rotta e va sostituita, ecco come scegliere e cosa fare (o non fare). Scegliere un modello di pompa compatibile; non deve avere la stessa forma, quel che conta è la posizione della puleggia, che deve essere alla stessa altezza. Il sistema di raffreddamento va lavato.

Una volta cambiata la pompa, prima che il fluido arrivi alle pale, se si avvia il motore, la pompa gira a secco. Conviene far girare a mano la pompa prima di avviare il motore. Poi procedere allo sfiato del sistema, spurgando eventuali sacche d’aria. Se si cambia la pompa è meglio controllare bene cinghia e tenditore. Se sono usurati, tanto vale cambiare tutto insieme!

Conclusione

La pompa dell’acqua e il sistema di raffreddamento devono funzionare bene, altrimenti si rischiano danni al motore. Bastano qualche accorgimento e una manutenzione regolare per evitare grossi guai, se la pompa dell’acqua si guasta o se ci sono perdite.

Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *