Motori JTD: peculiarità e caratteristiche tecniche

Motori JTD: peculiarità e caratteristiche tecniche

JTD è una serie di motori alimentati a diesel, dotati di sistema di iniezione diretta Common Rail, di produzione del gruppo Fiat Chrysler Automobiles. Questi motori sono in dotazione su veicoli Fiat, Lancia, Alfa Romeo, su modelli come Chrysler, Jeep, Maserati, RAM e altri. La loro produzione è cominciata nel 1997. Sono stati i primi motori ad avere un sistema di iniezione diretta Common Rail, sviluppato in collaborazione tra Fiat e Bosch. Alcuni motori JTD sono stati sviluppati in collaborazione con General Motors. Tutti i motori sono dotati di turbocompressore a geometria variabile o doppio turbocompressore. Tra le loro caratteristiche, ci sono affidabilità, Potenza alta, risparmio del carburante.

Motori JTD popolari

Codice motore Nome versione Cilindrata, litri Numero e posizione cilindri Numero valvole Potenza, cv Coppia max motore, N·m Inizio produzione Modelli di applicazione
182 B4.000; 182 B9.000; 186 A8.000; 192 A3.000; 182 B9.000; 223 B2.000; 937 A2.000; 186 A6.000; AR 32302; 188 A7.000; 937 A7.000 Unijet; dal 2002, MultiJet 1.9 4, in linea 8 80–140 195–280 1997 Alfa Romeo 146; Fiat Brava; Alfa Romeo 156; Fiat Punto; Alfa Romeo 145; Alfa Romeo 147; Fiat Bravo; Fiat Stilo; Lancia Lybra; Fiat Croma; Fiat Doblo; Fiat Sedici; Lancia Delta
192 A5.000; 937 A5.000; 937 A4.000; 192 B1.000; 186 A9.000 MultiJet 1.9 4, in linea 16 140–190 305‒400 2002 Fiat Doblo; Fiat Croma; Alfa Romeo GT; Alfa Romeo 147; Alfa Romeo 156
188 A9.000; 199 A2.000; 188 A8.000; 199 B2.000; 223 A9.000; 199 B8.000; 199 B4.000; 199 A3.000 MultiJet 1.3 4, in linea 16 70–105 170 2003 Fiat Punto; Fiat Albea; Fiat Panda; Lancia Ypsilon; Fiat Idea; Fiat FiorinoAlfa Romeo MiTo; Fiat Palio; Fiat 500; Fiat Doblò; Fiat Qubo; Fiat Tipo; Lancia Musa
955 A3.000; 350 A3.000; 844 A3.000; 350 A2.000; 198 A6.000; 198 A3.000; 955 A4.000; 198 A2.000 Multijet 1.6  4, in linea 16 105–120 290–320 2006 Alfa Romeo Mito; Fiat Bravo; Alfa Romeo Giulietta; Fiat 500L; Fiat Grande Punto; Fiat Doblò; Fiat Linea; Fiat Idea; Fiat Tipo
844 A2.000; 198 A8.000; 55263087; 198 A5.000; 250 A2.000; 263 A1.000; 55263088; 250 A1.000; 939 B4.000; 940 B5.000; 939 B4.000; 940 A7.000 Multijet II 2.0 4, in linea 16 110–195 260–380 2008 Lancia Delta; Alfa Romeo 159; Fiat Doblò; Fiat Bravo; Fiat Freemont; Alfa Romeo Giulietta; Fiat Sedici; Fiat Ducato; Alfa Romeo 159; Fiat Croma
839 A5.000; 185 A6.000; AR 32501; 839 A6.000; AR 34202 Unijet 2.4 5, in linea 10 136–150   1997 Fiat Marea; Fiat Marea Weekend
841 N.000; 841 M.000; 841 G.000; 841 H.000; 939 A3.000 Multijet 2.4 5, in linea 20 175–210 385–400 2003 Alfa Romeo 156 Alfa Romeo 166; Fiat Croma; Alfa Romeo 156 Sportwagon
F1AE0481D; F1AE0481N; F1AE0481C; F1AE3481E; F1AE6481D Multijet 2.3 4, in linea 16 110–148 270–380 2006 Fiat Ducato

Guasti comuni dei motori JTD

GuastiMotori
Nelle varianti con manicotto di aspirazione in plastica, le valvole a farfalla possono rovinarsi e danneggiare il motore, se entrano nelle camere di combustione.1.9 MultiJet 16v; 2.4 MultiJet 20v.
Se non si cambia l’olio per tempo, gli iniettori di carburante possono intasarsi rapidamente. Non durano a lungo anche dopo la pulizia.1.9 MultiJet.
L’olio brucia alla svelta, causando slittamente nella catena di distribuzione.1.3 MultiJet.
La catena di distribuzione ha vita breve. I bilancieri si danneggiano, se si rompe.1.3 MultiJet.
La centralina funziona male a temperature molto basse, è impossibile avviare il motore.1.3 MultiJet.
Il fluido di raffreddamento comincia a fuoriuscire da sotto al termostato, il motore si può surriscaldare. In alcune varianti, lo stesso termostato tende a crepare.1.3 MultiJet; 1.6 MultiJet; 2.0 Multijet II.