Cos’è il silent block e quali funzioni svolge

Cos’è il silent block e quali funzioni svolge

Sospensioni e ammortizzatori sono tra gli elementi della macchina più soggetti a stress meccanici. Diminuire la sollecitazione delle vibrazioni e la rumorosità a cui è sottoposto l’abitacolo è un fattore di comfort, ma diminuiscono anche le sollecitazioni indirette ad altri sistemi del veicolo. Vedremo cosa sono i silent block o antivibranti, dove si trovano e come sono fatti, quali sono le dimensioni e gli utilizzi, cosa succede se non funzionano, se si rompono e come sostituirli.

Silent block, cosa sono,

In ogni macchina si producono molte sollecitazioni meccaniche, soprattutto prodotte dalle vibrazioni del motore e dagli impatti con il manto stradale. Se non attutite adeguatamente, queste sollecitazioni possono trasformarsi in forti rumori, molto fastidiosi per i passeggeri dell’auto. Ecco perché si sono sviluppati sistemi di insonorizzazione dell’abitacolo e di riduzione della rumorosità di vari impianti dell’auto.

I primi esempi di questo tipo risalgono al 1932, sembra che Chrysler si sia vantato con Ford dell’utilizzo di giunti a boccola con gomma isolante nel nuovo modello Plymouth. Ford all’epoca non apprezzò l’innovazione, ritardandone l’applicazione nei suoi modelli.

I silent block (letteralmente, “blocchi silenziosi”), chiamati anche “antivibranti”, sono una soluzione che prevede l’utilizzo di vari elementi per attutire l’impatto delle vibrazioni su elementi meccanici, come la sospensione, in modo da rendere la macchina più silenziosa. Vediamo quali sono gli elementi che si possono adottare per un silent block auto.

Silent block antivibranti, come sono fatti

Silent block, cosa sono

Un elemento anti rumore silent block è essenzialmente una boccola antivibrante. Si tratta di une manicotti, in genere di metallo, inseriti uno nell’altro, con un inserto in gomma. A seconda degli utilizzi, i manicotti possono essere entrambi di metallo, entrambi di nylon, oppure misti (metallo-nylon).

La funzione di isolamento dalle vibrazioni è svolta dalla gomma inserita tra i due manicotti. La mescola utilizzata è molto importante, in genere è una gomma con base naturale vulcanizzata. La gomma cioè subisce un processo chimico e fisico dovuto alle variazioni termiche che la rendono più isolante, più performante.

Silent block, funzione

Grazie all’utilizzo dei silent block, il rumore prodotto dagli organi meccanici in movimento viene attutito. Gli esempi di utilizzo sono molteplici. Il silent block ammortizzatore attutisce i rumori prodotti dalle sollecitazioni meccaniche dovute al carico del veicolo sulla strada.

Silent block, funzione

Grazie a questa soluzione è possibile ridurre al minimo ad esempio il rumore della ruota anteriore in buche nella strada, o insonorizzare il braccio oscillante, rumore spesso legato a problemi con la sospensione cigolante e che sbatte. È possibile trovare in commercio dei kit di sostituzione specifici per ogni modello di auto.

I cuscinetti antivibranti non sono solo una soluzione automobilistica, si trovano in moltissime applicazioni, a partire dai piedini in gomma per armadi, fino agli utilizzi nautici. Il vantaggio di questa soluzione è evidente, la riduzione delle vibrazioni e del rumore. Inoltre, si tratta di giunti che richiedono poca lubrificazione, a volte nessuna.

Manutenzione e sostituzione

Silent block: manutenzione e sostituzione

Uno degli svantaggi degli antivibranti è che l’inserto in gomma non è eterno, tende a usurarsi e si può rovinare molto rapidamente se entra in contatto con del lubrificante (ad esempio con olio motore) oppure se raggiunge temperature estreme, sia calde che fredde.

Anche la flessibilità stessa della gomma può essere controproducente, se eccessiva: infatti si introduce nel giunto un fattore di gioco, di movimento libero che può interferire con l’assetto del veicolo, ad esempio quando è molto carico, specialmente in fase di manovra o di frenata.

Per questo motivo, molti automobilisti intervengono nella messa a punto sostituendo le boccole di sospensione in gomma con materiali più rigidi, ad esempio con silent block in poliuretano. Queste componenti hanno caratteristiche molto simili alle dotazioni originali, ma sono molto più resistenti.

Silent block, misure

I parametri principali per definire la misura di una boccola antivibrazioni sono i due diametri (interno ed esterno) e le lunghezze dei manicotti (interno ed esterno). Così un antivibrante 1625 2220 ha diametro interno 16 mm e diametro esterno 25 mm, con lunghezza del manicotto interno 22 mm e del manicotto esterno 20 mm.

Nel caso dei pezzi con manicotti in metallo/gomma, il diametro interno può andare dagli 8 ai 20 mm, mentre il diametro esterno può andare dai 18 ai 40 mm. Il manicotto interno può essere lungo dai 20 ai 40 mm, quello esterno dai 15 ai 32 mm a seconda del pezzo e dell’utilizzo.

Nel caso dei pezzi in nylon/gomma, i valori del diametro (interno/esterno) vanno dagli 8 ai 16 mm (interno) e dai 25 ai 32 mm (esterno), mentre le lunghezze dei manicotti vanno dai 20 ai 32 mm (interno) e dai 19 ai 32 mm (esterno).

Cosa fare in caso di guasto

Come ogni elemento dell’auto, anche una boccola in gomma si può rompere. La sostituzione è un intervento piuttosto delicato, che e meglio affidare a dei professionisti, soprattutto perché si va a interferire con l’assetto di tutto il veicolo e con la risposta del carico in momenti delicati, ad esempio in fase di frenata.

La rottura di questo elemento si riscontra da sintomi indiretti, come un consumo dei pneumatici non uniforme, la perdita della tenuta di strada, oltre a un aumento della rumorosità in particolare nell’anteriore, quando si accelera o quando si rallenta, o anche in fase di curva. Si perde anche la convergenza delle ruote.

Un controllo diretto si può fare sollevando l’anteriore dell’auto e provando a far oscillare la ruota, se questa si muove troppo significa che c’è un problema a livello di sospensione. la sostituzione dei silent block anteriori può essere quella meno impegnativa, ecco come procedere.

Sollevando l’anteriore dell’auto si può accedere alla parte posteriore del trapezio, con i punti di fissaggio in gomma. La componente è fissata con tre viti, in genere, che richiedono una bussola del diametro adeguato. Una volta svitati tutti gli elementi di fissaggio, si toglie la parte dalla sede di montaggio facendo leva, per poi sostituire con la parte nuova.

Conclusione

Una boccola anti rumore con due manicotti in metallo o nylon e un inserto in gomma o poliuretano, per assorbire le vibrazioni prodotte sugli elementi in sospensione della macchina e per una marcia molto più confortevole.

Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *