Considerazioni importanti per la scelta delle candele

Considerazioni importanti per la scelta delle candele

La candela di un motore a benzina serve ad accendere la miscela aria-carburante all’interno dei cilindri. Esistono candele diverse in base al numero di elettrodi, al materiale di produzione e all’azienda produttrice. Vedremo di scoprire alcune informazioni utili per scegliere bene le candele, in modo che il motore funzioni meglio, con maggiore potenza, consumando meno carburante, oltre ad alcuni consigli utili.

Tipologie principali

 In base al numero di elettrodi: 
  1. Con un elettrodo. Questi modelli hanno un elettrodo al centro e uno di lato, in metallo, dal diametro di 2,5 cm. Questo design semplice garantisce una combustione efficiente. Si tratta di candele a basso costo, con una durata di servizio più breve.
  2. Con più elettrodi (multielettrodo). Questi modelli possono avere fino a quattro elettrodi laterali. Sono candele che durano molto di più, perché gli elementi operativi si usurano uno alla volta. Tuttavia, è impossibile regolare la distanza tra gli elettrodi. Queste candele sono la scelta ideale per motori in cui le sedi delle candele sono più difficili da raggiungere.
Candela con un elettrodo, più elettrodi (multielettrodo).
 In base al materiale di produzione dell’elettrodo centrale (elenchiamo solo i tipi più comuni): 
  1. Rame-nichel. Questi modelli hanno una durata media di servizio di 25.000-30.000 km. Hanno prezzi più contenuti, sono ottime per motori in linea.
  2. Platino. Possono durare fino a 120.000 km. Hanno un elettrodo sottile, che produce una scintilla molto potente.
  3. Iridio. Sono modelli che resistono molto alla corrosione e alle alte temperature. Hanno una durata di servizio simile ai modelli in platino e garantiscono una combustione del carburante efficiente al massimo.
  4. Argento. Questi modelli resistono molto bene alle vibrazioni e agli alti carichi, come anche alle impurità. Sono i modelli ideali per veicoli alimentati a GPL. Hanno lo svantaggio di avere una durata di servizio più breve: mediamente durano circa 30.000 km.
Candela di accensione rame-nichel, platino, iridio, argento.
Un consiglio da AUTODOC: Le candele in iridio e in platino sono relativamente costose. Se le candele della tua auto sono difficili da raggiungere, però, è meglio installare parti di questo tipo, perché durano molto di più. Lo stesso consiglio vale se l’auto viene molto sfruttata. Altrimenti, si possono scegliere perfettamente candele più economiche.
  1. Caldo. Questi modelli disperdono meno calore dall’elettrodo centrale e dall’isolante. Si usano per motori con un basso rapporto di compressione, che utilizzano carburanti con pochi ottani.
  2. Freddo. Questi portelli disperdono molto il calore e si usano nei motori con carburante ad alto livello di ottani con un alto rapporto di compressione.
  3. Medio. Queste candele hanno caratteristiche che bilanciano quelle dei primi due tipi. Sono le candele più comuni.
Candele caldo, freddo, medio.
Oltre a quanto già detto, le candele possono avere diversi diametri, lunghezza e passo del filetto, dimensioni della chiave a bussola esagonale e tipo di guarnizione (una rondella in metallo morbido oppure una bussola con sede conica).

Modelli di candele più diffuse

  • Bosch Platinum plus HR6DP. Sono candele con un elettrodo centrale con la punta in platino saldata. Sono molto resistenti all’usura e durano per molto tempo, fino a una percorrenza di 120.000 km.
  • Denso K20TT. Questi modelli hanno elettrodi sottili in nichel da 1,5 mm. Si montano su motori che funzionano a benzina o a GPL. Hanno caratteristiche simili a quelle delle candele in ieri video, ma costano meno. Le candele di questo tipo consentono di ridurre il consumo di carburante e l’emissione di gas di scarico.
  • Champion N9BYC4. Questi modelli hanno tre elettrodi di massa e durano per molto tempo, fino a una percorrenza di 70.000 km.
  • Beru ULTRA-14FGR6DDU. Hanno la caratteristica di avere due coppie di elettrodi aggiuntivi asimmetrici. Funzionano in modo stabile anche a bassa tensione.
  • Valeo R76H11. Queste candele hanno un elettrodo laterale e una distanza ideale di scintilla, che consente la formazione di una scintilla perfetta. Di conseguenza, diminuisce il consumo di carburante e in alcuni casi aumenta anche la potenza del motore (fino al 2,1%). Sono anche modelli a buon mercato.

Conclusione

Quando la durata di servizio delle candele termina, queste vanno sostituite. Se si aspetta troppo tempo, si può rompere perfino il motore, oltre ad altri impianti dell’auto. Per installare le candele migliori per il tuo veicolo, segui i consigli AUTODOC.

[Voti:    Media: /5]