Codifica chiave auto fai da te

Codifica chiave auto fai da te

Smarrire le chiavi della propria auto può accadere a chiunque e, pur chiaramente rappresentando un problema, non necessariamente occorre cadere nel panico. Certamente la soluzione più pratica per risolvere questo inconveniente è quella di avere un codice identificativo della chiave persa. In questo articolo verranno chiariti in maniera chiara e concisa i motivi per per cui è consigliabile avere un tale codice, spiegando anche come è possibile programmare la chiave della propria automobile.

Il codice della chiave, come dice il nome stesso, è quel codice che permette di identificare la specifica chiave dell’auto in caso di smarrimento. Tutte che chiavi che hanno tale codice sono differenti da quelle tradizionali, in quanto collegate al modello d’auto al quale esse appartengono. Le chiavi codificate, senza la conoscenza del codice, non sono facilmente riproducibili e questo costituisce senza dubbio un grosso vantaggio. Inoltre, anche se con una chiave clonata si riuscisse ad aprire la portiera, senza il codice identificativo corretto la chiave non sarebbe in grado di far avviare l’automobile. Questo si spiega col fatto che, a prescindere dalla forma della chiave, quello che rende possibile l’avviamento dell’auto è la capsula interna, situata nella chiave stessa. In genere si tratta di un segmento in bronzo che attraversa la chiave, magneticamente isolato, in modo da impedirne la smagnetizzazione. Quando la chiave viene inserita, il codice ivi contenuto viene letto nella presa della portiera e sotto il volante. La scanalatura presente sulla chiave rende possibile la lettura del codice da parte del sistema di riconoscimento, che a questo punto dà il permesso di accendere e di avviare la vettura. Lo stesso sistema di riconoscimento fa in modo che, se una chiave diversa con un codice identificativo falso viene inserita, il sistema di sicurezza dell’automobile entri subito in funzione, bloccando la pompa del carburante, il motorino di avviamento e rendendo non funzionante il sistema di trasmissione delle ruote: tutto questo renderà impossibile che l’auto possa muoversi.

Nel caso di perdita di una chiave codificata, la cosa più importante è quella di possedere il codice identificativo, che chiaramente varia da auto ad auto. Attraverso questo codice un fabbro abilitato sarà in grado di produrre una nuova chiave, uguale a quella persa, caricando il suddetto codice. In questo caso, la riprogrammazione della centralina dell’automobile non si renderà necessaria. Purtroppo non sempre le cose vanno per il verso giusto e per molti modelli, soprattutto per quelli della FIAT, è necessario l’acquisto di una nuova chiave codificata: una spesa che è meglio evitare.

Programmazione

Le chiavi codificate dal punto di vista della sicurezza sono veramente molto convenienti. Ma i vantaggi non finiscono qui. Infatti in molti modelli i telecomandi ed i codici possono essere sostituiti e programmati comodamente da soli: una cosa non da poco. Per far questo è necessario leggere le istruzioni contenute nel libretto d’uso dell’auto; un’altra via possibile è quella di fare una breve ricerca online, inserendo sul motore di ricerca la marca e il modello dell’automobile, in modo da conoscere la procedura esatta per riprogrammare la chiave. Va anche aggiunto che nel caso di alcune vetture la programmazione fai-da-te non è possibile e deve essere eseguita dal concessionario o da un fabbro abilitato. Questo in quanto alcuni modelli di chiave sono connessi in modo esclusivo ad una sola vettura.

 In termini generali, la programmazione può tuttavia essere fatta seguendo i seguenti passi. 
  1. Prendere comodamente posto sul sedile conducente, dal quale si ha accesso al blocchetto di accensione per collegare la chiave all’impianto auto.
  2. Inserire la chiave nel blocchetto dell’accensione, tenendola per un momento ferma. In questa fase è consigliabile tenere le altre chiavi che si vogliono programmare a portata di mano, in modo da non perdere tempo.
    Inserire la chiave nel blocchetto dell’accensione
  3. Accendere e spegnere l’auto, ruotando la chiave in posizione “on”, senza tuttavia avviare il motore. Infatti, in questo caso, la sola attivazione dell’impianto elettrico è sufficiente. Dopo di che riportare la chiave in posizione iniziale, facendo spegnere la macchina.
  4. Ripetere l’operazione con la seconda chiave attiva dell’auto. Nel complesso si hanno circa solo cinque secondi per rimuovere la prima auto ed inserire la seconda nel blocchetto di accensione. Anche in questo caso sarà sufficiente il solo avvio dell’impianto elettrico, senza far avviare il motore.
  5. Espletata quest’operazione con la seconda chiave, si avranno a disposizione circa dieci secondi per inserire la terza chiave da programmare. Anche questa chiave, come le precedenti, servirà ad avviare l’impianto elettrico e dopo un secondo dovrà essere riportata nella posizione iniziale, senza tuttavia estrarla.
  6. Attendere l’accensione della spia di sicurezza, prestando attenzione al cruscotto. Una volta che questa si è accesa, in alcuni casi sarà necessario premere i tasti presenti nella superficie della chiave che si vuole programmare. Fatto anche questo, si procederà ad estrarre la nuova chiave e, fatti trascorrere alcuni minuti, si potrà provare se la nuova chiave è stata programmata con successo.

Sostituzione della chiave

come codificare chiave auto

Nel caso si voglia sostituire completamente la vecchia chiave con una nuova, è necessario prima di tutto acquistare una chiave non programmata, “vergine” della stessa marca dell’automobile o comunque di un modello compatibile. Nel caso delle auto di ultima generazione, questa operazione, come detto precedentemente il più delle volte non è possibile ed occorre rivolgersi ad un fabbro abilitato o ad un concessionario autorizzato. Entrambi potranno infatti essere d’aiuto anche nel caso in cui si sia smarrito o semplicemente dimenticato il codice di programmazione della chiave. Va anche ricordato che questo codice, il cosiddetto codice VIN, si trova in genere sul libretto di circolazione e sulla polizza assicurativa. In ogni caso, tanto dal concessionario che dal fabbro, per questioni legali è sempre necessario esibire un valido documento di proprietà per poter far richiesta di un duplicato.

Telecomando auto

Insieme alla chiave è possibile anche programmare il telecomando dell’auto. Anche in questo caso occorre tenere presente che le modalità di programmazione possono variare a seconda del modello dell’auto, per tal motivo è sempre consigliabile dare prima un’occhiata al manuale d’uso dell’auto o in alternativa anche al sito della casa automobilistica. In generale, questa è la procedura da seguire.

  1. Sedersi sul posto conducente, con la chiave ed il telecomando in mano. Dopo di che inserire la chiave nel blocchetto e portarla in posizione “on”, ai fini di accendere l’impianto elettrico, evitando tuttavia l’avvio del motore. Durante quest’operazione tutte le portiere dell’auto devono restare chiuse.
  2. Premere il tasto di chiusura del telecomando, premunendosi di dirigere il telecomando in direzione del ricevitore, in genere posto nella parte anteriore del veicolo. Fatto questo, premere il tasto di chiusura delle portiere un paio di secondi dopo.
  3. Riportare la chiave in posizione OFF, disattivando in tal modo l’impianto elettrico. Il tutto va fatto nel giro di pochi secondi.
  4. La procedura andrà ripetuta con tutti gli altri telecomandi che si vogliono programmare. A programmazione ultimata, si dovrà fare una prova che il telecomando funzioni.

    Commenti – 1

  • @user_75096007.01.2022
    Membro

    Ciao scusa ma quando dici “il tasto di chiusura delle portiere” intendi il blocco portiere di sicurezza all’interno dell’auto o il tasto del telecomando? Questa procedura funziona per registrare nellauto una chiave con il telecomando che non è stata registrata ancora?

    Rispondere

Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *