Tergicristalli auto: come funzionano

Tergicristalli auto: come funzionano

Dal punto di vista strutturale, ogni automobile moderna è dotata di tergicristalli, che assicurano al conducente una buona visuale indipendentemente dalle condizioni atmosferiche. La loro funzione principale è di rimuovere momentaneamente lo sporco, la neve e l’umidità dalla superficie del parabrezza. Poiché dal grado di pulizia dei finestrini dell’auto dipende la sicurezza di guida, intraprendere un viaggio in auto con i tergicristalli difettosi è vietato dalla legge nella maggior parte dei paesi. In questo articolo ci proponiamo di spiegare come evitare il guasto prematuro di questi componenti e ripristinare l’efficienza del sistema.

Come funzionano i tergicristalli

Come funzionano i tergicristalli

tergicristalli sono elementi esecutivi del sistema di pulizia dei finestrini. Strutturalmente, essi sono composti di bracci mobili, all’estremità dei quali troviamo degli elementi in gomma. Questi ultimi sono fortemente adiacenti alla superficie del parabrezza, essendo capaci di imitarne la forma. Le estremità opposte dei bracci sono connesse per mezzo di cerniere ad un sistema di tiranteria, che assicura il movimento sincrono delle spazzole. Il sistema è azionato da un motoriduttore alimentato per mezzo di un relè. Il suo regime di funzionamento dipende dalla posizione della rispettiva leva del commutatore che si trova nell’abitacolo.

Alla selezione di un determinato regime, i contatti del relè chiudono il circuito necessario e il meccanismo comincia a funzionare ad una determinata velocità. In parallelo, è possibile mettere in funzione anche il tergicristalli.

I difetti più comuni dei tergicristalli e le loro cause

Al fine di determinare la causa del difetto è importante analizzare con attenzione il suo carattere. La maggior parte degli automobilisti è familiare con le seguenti situazioni:

  1. Sia il motore e che i tergicristalli non reagiscono ai tentativi di attivazione. In questo caso, il malfunzionamento del sistema è probabilmente causato dal guasto della leva del commutatore, dalla rottura del cablaggio o dal fatto che un fusibile sia bruciato.
  2. I tergicristalli non si azionano e il motoriduttore emette un ronzio caratteristico al tentativo di attivarlo. Nella maggior parte dei casi, questo difetto è causato dall’usura degli denti dell’albero conduttore del motore elettrico, dall’allentamento del dado di fissaggio del sistema di tiranteria oppure dall’usura per attrito delle scanalature nei bracci dei tergicristalli.
  3. I regimi di funzionamento dei tergicristalli sono limitati. Spesso, ciò è segno del fatto che la bobina o i contatti del relè siano bruciati, oppure che il commutatore sia difettoso.
  4. Il sistema non si spegne o si aziona in maniera spontanea. In questo caso, è possibile che vi sia un cortocircuito nel relè-interruttore o nel finecorsa del motore elettrico.
  5. I bracci portaspazzole si muovono troppo lentamente. La causa può risiedere nell’incrostazione o nella corrosione degli elementi del comando o dei componenti del motorino elettrico. Lo sporco accumulato impedisce la corsa libera degli elementi mobili.
  6. Riduzione dell’efficienza di pulizia dei finestrini. Spesso questo fenomeno è dovuto all’usura delle spazzole. La necessità di sostituirle può essere indicata dalla presenza di strisce e macchie sulla superficie del parabrezza, così come dall’offuscamento di determinate zone in seguito alla pulizia.

Al fine di correggere questo problema è necessario sostituire i componenti difettosi. Nella maggior parte dei casi, una simile procedura richiede l’intervento degli specialisti, poiché i componenti sono difficili da raggiungere. La sola eccezione è data dalle spazzole del tergicristallo. Si tratta di materiali di consumo, soggetti a una sostituzione programmata, alla cui installazione può far fronte qualsiasi automobilista.

Come sostituire le spazzole del tergicristallo da solo?

Come sostituire le spazzole del tergicristallo da solo

Si raccomanda di sostituire questi componenti una volta all’anno. La sequenza delle azioni da svolgere può leggermente differire e dipende dal tipo di fissaggio utilizzato. La procedura in sé non è particolarmente complessa. Di norma è sufficiente:

  1. Staccare i bracci dalla superficie del parabrezza.
  2. Girare la spazzola in modo da poter vedere il fermo o il gancio d’arresto.
  3. Premere sul fermo e rimuovere il componente difettoso.
  4. Installare il ricambio.

Durante l’intervento è importante fare attenzione che il braccio non scivoli dalle mani e danneggi il parabrezza colpendolo.

Come evitare la sostituzione prematura delle spazzole?

Talvolta il bisogno di sostituire i componenti può verificarsi prima della data specificata dal produttore. Affinché ciò non accada è importante attenersi alle seguenti raccomandazioni:

Come evitare la sostituzione prematura delle spazzole
  1. Assicurarsi che nella vaschetta lavacristalli vi sia sempre abbastanza liquido di lavaggio poiché, durante la pulizia del parabrezza, lo sporco secco ha un significativo effetto abrasivo sulle spazzole.
  2. Sciacquare di tanto in tanto le spazzole con acqua o shampoo per auto senza lucido e cera: la sabbia che si accumula nelle scanalature non solo può danneggiare il componente stesso, ma provocare anche graffi e crepe sul vetro.
  3. Prima di azionare i tergicristalli durante la stagione invernale è importante pulire il parabrezza dalla neve e ghiaccio e assicurarsi che le spazzole non si siano appiccicate al vetro a causa del gelo. In caso contrario, la gomma potrebbe usurarsi più velocemente e si rischia di danneggiare non solo i bracci del tergicristallo, ma anche il sistema di tiranteria insieme al motoriduttore. Se l’auto viene usata in zone caratterizzate da un inverno freddo o particolarmente nevoso, si consiglia di usare spazzole speciali per la stagione fredda. Esse sono dotate di un involucro protettivo, che impedisce la formazione di ghiaccio sui componenti.
  4. Regolare i tergicristalli in modo che le spazzole non superino i bordi del parabrezza durante il loro funzionamento. Altrimenti si rischia di danneggiare sia il dispositivo che il motorino elettrico.
  5. Acquistare solo liquido di lavaggio di alta qualità. Esso non distrugge gli elementi di gomma.
  6. Non lasciare i tergicristalli a lungo in posizione verticale. Ciò può danneggiare la molla e il braccio. Di conseguenza, l’aderenza della spazzola al vetro non sarà più completa.

Conclusione. Le spazzole del tergicristallo sono elementi importanti del sistema di sicurezza passiva dell’automobile. Se sono usurate, i viaggi in auto diventano pericolosi, specialmente in condizioni di pioggia o neve. Pertanto, monitorare il loro stato e sostituire tempestivamente questi componenti sono responsabilità di ogni automobilista. Le nostre raccomandazioni permetteranno non solo di aumentare la loro durata di esercizio, ma anche di far fronte all’eventualità di doverli sostituire autonomamente.

Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *