Come lavare l’auto da soli

Come lavare l’auto da soli

La macchina ha tanti usi, lavoro, piacere, trasporto per la famiglia, avanti e indietro da scuola o dal posto di lavoro. Per qualcuno è solo un mezzo di trasporto, ma per altri è anche una vera passione. Ecco perché gli automobilisti si dividono facilmente in due categorie: chi porta la macchina al lavaggio e chi preferisce lavare la macchina direttamente.

Oltre al risparmio economico, lavare l’auto a casa può essere anche un passatempo, un modo per rilassarsi e godersi un pomeriggio di sole all’aria aperta. Vedremo come si fa per fare un lavaggio fatto bene, che strumenti servono, come si procede, quanto tempo serve e ogni quanto bisogna fare il lavaggio.

Che tipo di lavaggio?

Come in ogni autolavaggio, anche per lavare la macchina a casa bisogna scegliere se fare un lavaggio rapido, esterno e superficiale, oppure se optare per un intervento più approfondito, anche all’interno dell’abitacolo e dei vani come il bagagliaio e i vani portaoggetti.

La scelta dipende da quanto è sporca l’auto, ma anche da quanto tempo si ha a disposizione, perché un lavaggio esterno rapido può portar via meno di mezz’ora, mentre approfondire l’interno richiede più tempo, anche più di un’ora, per un lavoro fatto bene da soli. In base al tipo di lavaggio, si può fare un elenco: con cosa lavare la macchina a casa. Una volta recuperati o acquistati i materiali, si può partire con l’intervento.

Alcuni interventi, come pulire l’auto all’interno, variano molto in base ai materiali. Se gli interni e i sedili sono rivestiti in pelle, in tessuto o se ci sono inserti in legno, plastica o altri materiali, oltre a spolverare o aspirare, bisogna scegliere in particolare i detergenti liquidi più adatti.

Il mercato è affollatissimo di prodotti per lavaggio auto, ce n’è per ogni gusto e dimensione (e budget). Il consiglio è scegliere prodotti di qualità, non troppo aggressivi, con flaconi adatti alla frequenza con cui si lava la macchina.

Cosa serve per fare un buon lavoro?

Vediamo cosa serve per lavare la macchina. Per l’interno, è molto utile avere un piccolo aspirapolvere dedicato, senza fili. Uno spray per facilitare lo spolvero, panni in microfibra di qualità e prodotti per il lavaggio, specifici in base al materiale; attenzione ai trattamenti per la pelle, non sono solo detergenti, servono a prolungare la durata!

Per lavare l’auto a mano servono due secchi, uno per l’acqua sporca e uno per quella pulita, una bella spugna morbida e che assorba bene, un tubo per l’acqua corrente, per il risciacquo, un accessorio per asciugare i vetri e dei guanti per evitare di danneggiare le mani.

Poi naturalmente serve anche uno shampoo auto, ossia un sapone per lavare la macchina. Esistono molti prodotti in circolazione, l’importante è fare pratica con un prodotto non troppo aggressivo e adatto alla carrozzeria, oltre che alla plastica dei paraurti e ai vari vetri (oppure usare prodotti diversi per superfici diverse, proteggendo le parti su cui non si lavora.

Come si procede?

Prima di ogni intervento, come lavare la macchina fai da te, di sono sempre dei passaggi di preparazione, delle fasi che facilitano poi l’intervento in sé, come rimuovere gli adesivi per auto e preparare la soluzione, scegliere il luogo giusto e osservare dove sono i punti più difficoltosi, con sporco ostinato, come resine, escrementi di uccelli.

Segue poi la fase di prelavaggio, che prevede di lavare la macchina a casa usando uno sgrassatore solo nei punti in cui lo sporco è particolarmente incollato alla carrozzeria. Gli sgrassatori hanno un certo tasso di corrosività, per cui è meglio non esagerare.

Infine si passa alla fase di lavaggio vero e proprio. È molto importante fare pratica per imparare come lavare la macchina senza graffiarla. La scelta della spugna e la frequenza con cui la si sciacqua sono i veri segreti. Mai trascinare una spugna con troppo sporco sulla carrozzeria!

La scelta di cosa usare per lavare la macchina dipende dalla profondità dell’intervento: per un lavaggio superficiale può bastare uno shampoo auto generico, mentre se si vuole pulire bene, ad esempio, le ruote, servono apposite spazzole, prodotti specifici e ricambio d’acqua, perché i contaminanti vicini ai freni non entrino in contatto col resto dell’auto.

L’ultima fase del lavaggio è l’asciugatura. La pratica insegna anche come lavare la macchina senza lasciare aloni, asciugando bene nei punti in cui si è passato, ma non prima di aver controllato che non ci siano più contaminanti, per evitare il rischio di graffi. Un panno in microfibra o in finta pelle sono l’ideale, mentre per i vetri si può usare l’apposito tergicristallo.

Come lavare bene la macchina senza poi proteggerla? Sarebbe un controsenso. Ecco perché, dopo un bel lavaggio approfondito, vale la pena aggiungere un po’ di cera per auto. La cera ha una funzione protettiva, sia dai contaminanti che dai raggi solari. La cera si mette sulla carrozzeria pulita e asciutta, a volte ne servono due mani.

Alcuni consigli generali

Alcune attività come lavare la macchina a mano richiedono una certa fatica fisica, ecco perché è meglio non stare al sole. I raggi del sole influenzano anche l’azione dei detergenti e non sono l’ideale sulla carrozzeria. Meglio stare all’ombra.

Se l’auto non è troppo sporca e il problema è come lavare la macchina velocemente, la soluzione è un rapido prelavaggio nei punti particolarmente contaminati, usare una spugna per applicare il shampoo a partire dal tettuccio e fare un risciacquo con acqua corrente dal tubo. Asciugare solo l’eccesso d’acqua e… partire per dove si deve andare. L’aria asciugherà il resto!

Quando e ogni quanto tempo lavare la macchina dipende dall’utilizzo e dall’ambiente in cui si viaggia. In generale, ci sono momenti dell’anno in cui conviene lavarla di più, in particolare durante la brutta stagione. Dopo un lungo viaggio, al ritorno dalle vacanze, specialmente se si torna dal mare, è meglio fare subito un lavaggio, per evitare che i contaminanti inevitabili si incrostino.

Conclusione

Alcuni interventi si possono fare da soli per risparmiare un po’ di soldi e anche per rilassarsi un po’, come lavare la macchina a casa, che non richiede alcuna conoscenza meccanica o tecnica, solo un po’ di attenzione, i prodotti giusti, un po’ di tempo e olio di gomito. Per imparare come lavare la macchina senza fare danni, magari divertendosi anche in famiglia, basta seguire i nostri consigli, fase per fase, scegliendo sempre prodotti di ottima qualità e senza fretta.

Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *