Sanificazione auto: come farla nel modo giusto

Sanificazione auto: come farla nel modo giusto

Tenere l’auto pulita è da sempre la preoccupazione di ogni automobilista. Ma al di là di una normale pulizia, ormai è diventato particolarmente importante anche pensare alla sanificazione dell’auto. Eliminare virus e batteri è diventato quasi un dovere, soprattutto per i veicoli del trasporto pubblico, inclusi taxi o NCC. Oppure prima e dopo il trasporto di persone infettate da un virus.

Vedremo come procedere per la sanificazione di automezzi, come sanificare l’interno auto e quali sono i prodotti più utili in questo senso. Dagli spray ai kit fai da te, fino al trattamento con l’ozono. Tutto per un’auto pulita, efficiente e sana, al costo giusto e senza fatica.

Cosa è importante sapere sulla sanificazione auto

La sanificazione automezzi è un “adesso di procedimenti e operazioni” per pulire e/o disinfettare le superfici e l’aria. Un prodotto di sanificazione auto non è un detergente comune, non elimina solo gli elementi contaminanti visibili con un’azione fisica o meccanica. Prevede una sterilizzazione delle superfici, con purificazione dell’aria.

I parametri per una sanificazione e per i relativi prodotti e trattamenti sono determinati dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore della Sanità (ISS). In particolare, per quanto riguarda il COVID-19 (SARS-CoV-2), i tempi di permanenza del virus sono individuati in modo diverso a seconda dei materiali.

Le particelle virali vengono rilevate su carta fino a 30 minuti dopo la contaminazione, mentre spariscono dopo tre ore. Su tessuto, la permanenza del virus arriva a un giorno, per sparire in due giorni. Sulle banconote e sul vetro, il virus rimane fino a due giorni, per sparire dopo quattro giorni. Su plastica e acciaio, rimangono particelle virali anche fino a quattro giorni, per sparire dopo sette giorni.

Sanificazione auto, obbligo sociale

Contenere la diffusione di virus e batteri è un dovere sociale di ogni automobilista, ma a rendere la sanificazione auto obbligatoria è l’utilizzo dell’auto a fini professionali: taxi, NCC e veicoli ad uso pubblico. In questi casi, creare e mantenere un abitacolo privo di rischi è anche un requisito indispensabile per l’attività

Il trattamento professionale approfondito migliore per la sanificazione dell’auto è il trattamento all’ozono. L’azione sterilizzante dell’ozono è già stata riconosciuta anche a livello ministeriale (prot. 24482, 31 luglio 1996) anche se non risulta provata l’efficacia sul coronavirus. L’efficacia dell’ozono sul virus della SARS, simile all’80% al Coronavirus, è del 99% quindi la speranza è che l’ozono sia efficace anche contro il Coronavirus.

La sanificazione dell’auto trattamento all’ozono

Ecco come si procede. Dopo aver lavato gli interni, il professionista utilizza una vera e propria macchina per sanificazione auto, che spruzza ozono su tutte le superfici interne del veicolo. L’ozono Deve avere la concentrazione giusta, sufficiente a eliminare le cariche batteriche e virali, ma non sufficiente a danneggiare le apparecchiature elettriche.

L’ozono ha un potere disinfettante superiore a quello del cloro e dell’acqua ossigenata. Un trattamento professionale all’ozono dura poco più di 20 minuti per un’automobile, mezz’ora per un’ambulanza, tre quarti d’ora per un camper. Il costo del trattamento può andare dai 15 € ai 40 €.

Per la sanificazione completa del veicolo, la spesa complessiva può andare da un minimo di 40 € a un massimo di 100 €. Si tratta di un intervento completo e definitivo, indispensabile solo per le vetture ad uso pubblico, che si consiglia di eseguire una volta al mese.

Come procedere per sanificare l’interno auto

Per una sanificazione auto fai da te, ecco come procedere. Prima di tutto bisogna proteggersi le mani con guanti in lattice, si consiglia anche di indossare una mascherina (se ci sono dei virus, meglio evitare il contatto diretto). I tappetini dell’auto si possono togliere e sbattere, per poi lavarli con una soluzione disinfettante.

Poi bisogna aspirare tutte le superfici, spruzzando disinfettante e strofinando con un panno pulito. Le zone più a rischio sono quelle che si toccano spesso, come il volante e la leva del cambio. Una macchina per sanificazione auto molto utile e anche una lava superfici a vapore, che si può usare su tutte le superfici interne.

Infine, bisogna ricordare che sanificare l’auto non vuol dire solo sanificazione interni auto. Uno degli impianti più ricchi di batteri e agenti patogeni, infatti, è il climatizzatore. Per questo, ci sono in commercio schiume igienizzanti da utilizzare nelle bocchette di areazione.

Сome procedere sanificare linterno auto

Se l’automobile è stata igienizzata per bene, con la dovuta precauzione, non è necessario ripetere l’intervento, se non una volta all’anno. Se in auto viaggia solo la famiglia, senza estranei, è sufficiente che tutti i passeggeri si disinfettino le mani, in particolare il conducente, per mantenere il veicolo relativamente privo di virus e batteri.

I prodotti più utili per la sanificazione auto

I prodotti più utili per la sanificazione auto

Per una sanificazione degli interni, si possono nebulizzare dei disinfettanti o dei detergenti a base di alcol o a base di etanolo (con una concentrazione pari o superiore al 70%). Cloro e candeggina sono prodotti efficaci ma molto delicati, perché potrebbero rovinare i materiali con cui entrano in contatto.

Per distribuire il prodotto igienizzante, conviene utilizzare un semplice rotolo di carta assorbente usa e getta. A fine intervento, si possono buttare guanti, mascherina e carta utilizzata. In commercio si trovano anche spray di sanificazione auto, che si possono utilizzare anche per l’aria condizionata.

Un buon kit di sanificazione auto comprende quindi: bomboletta spray antivirale e antibatterico per gli interni e i condotti dell’aria; salviette igienizzanti per le zone di contatto all’esterno dell’abitacolo; gel igienizzante sempre a portata di mano, per evitare di contaminare le superfici ogni volta che si entra in auto. Guanti e mascherina per le pulizie.

Conclusione

L’auto pulita fa sempre un altro effetto, ma i pericoli sono spesso invisibili. Per questo è importante una sanificazione auto sia degli interni, che degli esterni e dell’impianto di ventilazione. È possibile salificare l’interno auto da soli, bastano i disinfettanti adeguati ai materiali e le dovute protezioni.

Per un trattamento professionale, soprattutto per i veicoli aperti all’utilizzo pubblico, si può ricorrere alla sanificazione automezzi con l’ozono. Altrimenti si può utilizzare un kit di sanificazione auto, con spray di sanificazione auto e geli igienizzanti.

[Voti: 0   Media: 0/5]