Cuscinetto mozzo: malfunzionamenti, rumori, sintomi

Cuscinetto mozzo: malfunzionamenti, rumori, sintomi

A volte anche le parti più piccole e meno accessibili si rivelano determinanti per le prestazioni della macchina. È il caso del cuscinetto del mozzo ruota, una delle parti spesso trascurate, ma funzionali per la trasmissione efficace della forza motrice alle ruote.

Vedremo dove si trovano i cuscinetti ruota e quale ruolo hanno, come sono fatti e come funzionano. Vedremo anche quali sono le cause più probabili che portano a un malfunzionamento, quali sono i sintomi e come intervenire al meglio per evitare danni peggiori.

Il mozzo e la ruota

Ogni ruota della macchina è collegata all’asse e fissata con un giunto che deve consentirle di ruotare opponendo una resistenza minima e creando meno calore possibile. La ruota è fissata a un mozzo, un pezzo che consente di ancorare la ruota e altre parti ad essa solidali. La rotazione viene facilitata da una serie di cuscinetti interni al mozzo.

I cuscinetti sono elementi sferici destinati a durare a lungo, ma che col tempo perdono la sensibilità al lubrificante e diventano meno scorrevoli. Quindi la durata di servizio non è illimitata e dopo un certo periodo (o una certa percorrenza) vanno sostituiti. Se si danneggiano, o si rompono, la ruota può staccarsi e c’è un forte rischio di incidente.

Fino alla fine degli anni Novanta, ogni ruota aveva due cuscinetti, uno interno e uno esterno. Ora la tecnologia si è evoluta e il cuscinetto è unico su ogni ruota. Pur essendo elementi potenzialmente indistruttibili, possono logorarsi se sottoposti a sollecitazioni anomale continue.

Come scoprire i cuscinetti logori?

I cuscinetti ruote auto sono elementi nascosti e non si possono certo esaminare a vista. Esistono però dei sintomi, dei segnali secondari che consentono di indirizzare i sospetti ai cuscinetti per poter intervenire per tempo. Vediamo quali sono questi sintomi.

Il primo sintomo è relativo al funzionamento dei pneumatici. Uno scorrimento anomalo comporta un’usura irregolare degli pneumatici. Le cause potrebbero essere varie, ma sempre da ricercare nella zona del blocco ruota/mozzo.

In questo caso bisogna prima di tutto controllare e regolare la pressione delle gomme, poi dare un’occhiata ai giunti omocinetici, verificare che non ci siano danni o allentamenti nei tiranti e infine controllare il funzionamento delle sospensioni. Se tutti questi elementi sono regolari, allora è il caso di aprire e verificare i cuscinetti del mozzo.

Per quanto riguarda il cuscinetto ruota anteriore, va ricordato che è difficile che i cuscinetti di sinistra si usurino nello stesso modo di quelli di destra. Ci sono sempre delle disparità. Ciononostante, se si cambiano, vanno cambiati su entrambe le ruote.

Sintomi di un malfunzionamento

Oltre all’usura degli pneumatici, vediamo altri sintomi di un problema ai cuscinetti. Il primo sintomo è un rumore al cuscinetto ruota o alla zona della ruota quando il veicolo è in movimento. Va detto che il rumore è facilmente causato da un disallineamento, che determina problemi di scorrimento e infine surriscaldamento.

In questi casi, i cuscinetti si possono rovinare molto alla svelta e non bisogna trascurare di intervenire. Infatti, in un cuscinetto ruota, il rumore è pericoloso perché è un sintomo ritardato, significa che c’è un problema già avanzato e si rischia di rimanere a piedi se non si interviene.

Se il volante della macchina vibra in fase di accelerazione, tra i vari possibili problemi, c’è anche quello dei cuscinetti ruota posteriore o ruota motrice (a seconda del modello). La ruota motrice che non scorre regolarmente si sente soprattutto in fase di accelerazione, se poi la trazione è anteriore, può creare vibrazioni al volante, un sintomo da indagare.

Un ulteriore controllo è alle gomme: allineamento, sospensioni ed eventuale gioco eccessivo. Non è un controllo facile, bisogna sollevare il veicolo, asse per asse. Per controllare il gioco di una ruota bisogna cercare di farla oscillare o dondolare. Se i cuscinetti sono integri, dovrebbero ostacolare il gioco. Altrimenti sono da cambiare.

Rumore metallico: un intervento urgente

Come dicevamo, il cuscinetto ruota auto rumoroso è pericoloso perché indica che c’è un logoramento già in atto in fase avanzata e i cuscinetti non stanno svolgendo il loro compito. In generale, quando si arriva a questo punto, è meglio andare subito dal meccanico.

Se le vibrazioni al volante, il calo di prestazioni, una perdita di assetto ruote, sono tutti problemi gestibili, o problemi che possono dipendere da altri fattori, specialmente nel blocco sterzo, quello del rumore metallico proveniente dalle ruote è uno dei sintomi cuscinetto ruota rotto più indicativi e urgenti.

Non è possibile intervenire col fai da te, perché i cuscinetti sono inseriti nel mozzo in modo tale che, se non si hanno gli apparecchi necessari, manometterli peggiorerebbe ulteriormente il problema. meglio affidarsi a un meccanico esperto e onesto.

Costi e tempi della sostituzione

In genere i cuscinetti si cambiano circa ogni due anni (se l’auto è usata regolarmente) oppure a seconda della percorrenza indicata nel manuale tecnico. Per quanto riguarda i costi, che ovviamente dipendono da vari fattori, l’intervento di sostituzione del gruppo mozzo/cuscinetti il pezzo di ricambio può costare dai 50 € ai 200 €, più la manodopera.

I fattori che incidono sono: la scelta della marca e della qualità, ma anche l’asse delle ruote motrici rispetto alle ruote sterzanti, o entrambe. Un costo non da poco, considerato che è per ciascuna ruota. Ecco perché conviene osservare uno stile di guida morbido sulle ruote, evitando logoramenti inutili.

Conclusione

I cuscinetti del mozzo ruota dovrebbero durare molto a lungo, specialmente se non si sottopongono a stress meccanico eccessivo. Nel caso di vibrazioni al volante, di comportamento strano del veicolo in marcia, e soprattutto se la ruota fa rumore, bisogna far controllare subito il mozzo.

    Commenti – 1

  • @G. R.22.05.2022
    Membro

    Il cuscinetto può farsi che l’avantreno saltelli in fase di sterzata a bassa velocità ?

    Rispondere

Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *