Сos'è una frizione per auto e come funziona

Сos’è una frizione per auto e come funziona

La frizione è un elemento fondamentale nella trasmissione della forza motrice dal motore al cambio. La frizione può essere azionata a mano, col pedale della frizione, oppure automaticamente, nei veicoli con cambio automatico o sequenziale. L’usura della frizione è dovuta all’attrito tra il disco frizione e il volano del motore.

Vedremo quali sono le componenti della frizione dell’auto, quali sono i vari modelli di frizioni, qual è la frizione della macchina più utilizzata e quali sono i consigli degli esperti per far durare più allungo la frizione, evitando problemi o danni.

Frizione auto, le basi

La frizione è una componente intermedia tra il motore e il cambio. Serve a trasferire l’energia cinetica creata dal motore alla scatola del cambio. La frizione viene disinnescata per il cambio marcia, oppure per impedire la trasmissione della coppia, ad esempio quando bisogna fermare la macchina.

La frizione viene comandata dal conducente nei veicoli con cambio manuale, viene scollegata premendo il pedale frizione. Nei veicoli con cambio automatico o sequenziale, la frizione viene attivata automaticamente. La frizione dell’auto richiede una manutenzione attenta, in quanto è sottoposta a costanti carichi. Il disco frizione si può usurare già prima dei 100.000 km, l’usura dipende dall’utilizzo.

Frizione auto, le basi

In particolare, se l’automobile viene usata in città, con cambi marcia e fermate frequenti, la frizione si usura più rapidamente. Se invece si percorrono tratti più veloci, con cambi marce meno frequenti, la frizione può durare molto di più, fino al 50% della durata di servizio. Una delle abitudini peggiori per la frizione è tenere costantemente il pedale premuto parzialmente quando non serve.

Le componenti della frizione auto

Le componenti principali della frizione sono tre: il disco frizione, lo spingidisco e cuscinetto reggispinta. Il disco frizione è composto da materiale di attrito, lavora in sintonia con il volano del motore, è una componente molto importante e delicata, in quanto sottoposta continuamente forte attrito. Nella corona esterna, ci sono delle molle che attutiscono le vibrazioni.

Le componenti della frizione auto

Lo spingidisco ha la funzione di tenere il disco frizione appoggiato al volano del motore per ricevere il movimento. Il cuscinetto reggispinta ha la funzione di togliere lo spingidisco e il disco frizione dal volano, scollegando la trasmissione della forza motrice. La spinta del cuscinetto può essere manuale o automatico, a seconda del tipo di cambio.

Le frizioni più diffuse nelle automobili standard usano un disco frizione a secco, senza cioè l’immersione in lubrificante. Nei veicoli più potenti si possono trovare due o tre dischi frizione, a seconda della struttura della trasmissione. Frizioni multi-disco sono anche più diffuse nelle moto.

Vari tipi di frizioni, significato

La frizione monodisco a secco è il modello più diffuso nei veicoli moderni standard, con un solo disco frizione. Nei modelli di frizione a bagno d’olio, l’elemento di attrito è immerso nel lubrificante. La frizione a bagno d’olio con dischi multipli è una soluzione più utilizzata nei veicoli con cambio automatico.

La frizione multidisco sfrutta più dischi di attrito, con delle molle di acciaio scorrevoli intersecate nelle scanalature della scatola della frizione. I tedeschi vengono compressi da un manicotto mobile e vengono collegati alla scatola del cambio in modo alternato.

La frizione idraulica prevede l’utilizzo di un fluido di servizio (spesso è lo stesso dell’impianto frenante), contenuto nell’apposito serbatoio, con una pompa a stantuffo collegata al pedale della frizione, un attuatore che agisce sulla leva della frizione e dalle relative tubazioni. La frizione idraulica consente di ridurre lo sforzo necessario sul pedale della frizione, oltre a isolare meglio dalle vibrazioni prodotte dal motore.

 Frizione idraulica

La frizione automatica o automatizzata sfrutta l’azione di servocomandi elettroidraulici. Il sistema rileva il rilascio del pedale dell’acceleratore e lo spostamento della leva del cambio, ordina al meccanismo di aprire la frizione e di richiuderla, quando è stato effettuato il cambio marcia.

Come far durare la frizione della macchina

Sostituire la frizione può costare parecchio, mentre con le abitudini giuste si può far durare la frizione anche il 50% in più, con relativi risparmi. Tra i momenti in cui la frizione si usura maggiormente, cioè la partenza in salita, a causa del gioco tra frizione e acceleratore. Per preservare la frizione, conviene inserire il freno di stazionamento quando il veicolo si ferma in pendenza e ripartire passando dalla frizione all’acceleratore una volta sola.

Un’altra cattiva abitudine da evitare e tenere il pedale della frizione premuto con la marcia inserita per tanto tempo. In questi casi, ad esempio quando si è fermi al semaforo, è meglio disinserire la marcia, tenendo la frizione inserita con il cambio in folle.

Una partenza improvvisa, con le gomme che slittano, è molto deleteria per la frizione, che andrebbe usata con i carichi necessari e con intervalli di tempo non troppo stretti. La guida in città usura di più la frizione della guida su strada ad alto scorrimento. Inserire la marcia giusta e togliere la marcia a veicolo fermo sono entrambi comportamenti che risparmiano l’usura inutile della frizione.

Una partenza improvvisa, con le gomme che slittano

I segnali di allarme della frizione auto

Quando la frizione è molto usurata, il collegamento tra motore e scatola del cambio comincia a funzionare male. Può succedere che il cambio marcia non sia più fluido come dovrebbe, il pedale della frizione può diventare più resistente, a volte si comincia a sentire odore di bruciato, in particolare se la frizione slitta.

Altri sintomi di problemi alla frizione sono: inserimento della trazione a sbalzi dopo il cambio marcia, molte vibrazioni sulla leva del cambio e sul pedale della frizione, cigolio dalla zona della frizione, cambiamento nella corsa del pedale della frizione, che si stacca sempre più tardi.

Se la frizione strappa, probabilmente bisogna controllare lo spingidisco, mentre in caso di slittamento, il disco frizione potrebbe essere sporco, oppure troppo consumato. A volte basta una pulizia o un cambio dell’olio, ma nei casi peggiori bisogna sostituire direttamente la frizione. Una rottura improvvisa della frizione può essere pericolosa anche per il motore, che può andare su di giri.

Conclusione

Uno stile di guida più attento può far turare la frizione molto più a lungo. Evitare di usare troppo il pedale della frizione o di caricare eccessivamente il disco della frizione può far risparmiare un costoso cambio frizione anticipato. 

[Voti: 0   Media: 0/5]