Top 7 – La migliore auto ibrida del 2020

Top 7 – La migliore auto ibrida del 2020

L’automobile ibrida sta conquistando sempre più quote di mercato. In Italia, già dal 2019 la quota di mercato è salita per la prima volta sopra il 5%. Nonostante le difficoltà di quest’anno, l’auto ibrida del 2020 rappresenta ormai oltre il 7% del mercato del nuovo.

Uno degli aspetti ancora critici dell’auto ibrida è il prezzo, anche se aumentano sempre più gli incentivi. Vedremo quali sono le auto ibride a confronto, rapportando i prezzi e le caratteristiche più di spicco di auto ibrida, vantaggi e svantaggi dei principali produttori, alla ricerca di un’auto ibrida economica ma di classe.

Ibrido Plug-In

L’auto ibrida elettrica plug-in offre rispetto alle versioni mild hybrid e ibrido totale una batteria più potente e la possibilità di caricarsi da una normale presa elettrica, oppure da colonnina pubblica, in poche ore. Quando la batteria si scarica, il motore a combustione interna è in grado di ricaricarla.

Ibrido Plug-In

Per questo, la migliore auto ibrida è plug-in soprattutto per la comodità. In caso di rottamazione, l’auto ibrida ha incentivi importanti (dai 3500 ai 6500 €). La rete di colonnine di ricarica è salita del 29% in meno di cinque mesi, anche se oltre la metà rimane concentrato solo in cinque regioni e le autostrade arrancano. Vediamo ora la top 7 della nostra classifica di auto ibride, con le migliori auto ibride per qualità e prezzo.

1. BMW X1 Ibrida

BMW X1

Crossover compatto con autonomia totalmente elettrica di 50 km, sempre col massimo stile BMW. Il motore a benzina a una cilindrata di 1500 CC, con tre cilindri e turbocompressore, insieme a un motore elettrico da 95 cv e a un cambio Steptronic a 6 marce.

Il motore elettrico è molto reattivo, soprattutto a veicolo fermo, a tutto vantaggio della prontezza in partenza. Il prezzo di base è di 49.000 € e la batteria si può ricaricare completamente da casa in circa cinque ore, mentre da colonnina bastano tre ore e mezza.

2. Volvo XC60 Ibrida

Volvo XC60 Ibrida

Ultimo arrivo “verde” del produttore svedese, la versione ibrida ricaricabile del SUV premium uscito nel 2009, il più venduto al mondo della sua fascia di prezzo. Super tecnologico, elegante e sportivo, e con un prezzo di partenza di circa 75.000 €.

Il motore da quasi 2000 c.c. ha consumi incredibilmente contenuti, quasi 50 km al litro. Le dotazioni di serie sono notevoli, dall’assistente di corsia al sistema di rilevamento stanchezza conducente, fino al parcheggio assistito.

3. KIA Niro Plug-in Hybrid

Kia Niro

Crossover ibrido molto interessante, con un motore da 1600 CC e un motore elettrico da 60 CV, batteria agli ioni di litio da 8,9 kWh e una potenza complessiva di 141 CV, cambio automatico sequenziale a sei marce e un prezzo base dai 36.700 €. Tra i vantaggi, la particolare silenziosità e il comfort dell’abitacolo, mentre il bagagliaio lascia un po’ a desiderare.

Gli ingegneri coreani hanno preferito risparmiare sui consumi (oltre 30 km con 1 l) a scapito delle prestazioni dinamiche (accelerazione tranquilla). Il veicolo è molto maneggevole, il parcheggio è semplice, anche grazie alla telecamera, fuori città si può usare il controllo di crociera intelligente con funzione Stop & Go.

4. Lexus RX 450 H

Lexus RX 450 H

L’ultimo aggiornamento del SUV di lusso di casa Toyota/Lexus, ora anche in allestimento a sette posti, con prezzo di partenza e oltre 72.000 €. Il motore V6 a benzina dalla cilindrata di 3500 CC è coadiuvato da due motori elettrici, per una potenza combinata di 313 cv. Vettura piacevole da guidare, anche se non molto precisa in fase di manovra.

L’abitacolo è molto spazioso, i due sedili aggiuntivi sono mobili, l’insonorizzazione elimina ogni fruscio, il motore è poco rumoroso (e spesso è spento). Tra i punti critici c’è ancora la compatibilità digitale interattiva, non è ancora in grado di offrire comandi in remoto da cellulare, una funzione che ci si aspetta da questo tipo di automobile.

5. Toyota Prius

Toyota Prius

La prima ibrida di serie Toyota era stata lanciata nel 1997, ne sono state prodotte oltre 10 milioni! L’autonomia in elettrico raggiunge i 50 km, che le hanno valso il premio “Auto verde mondiale” mentre i consumi molto bassi (più di 40 km al litro) le valgono il soprannome “regina dell’efficienza”. Prezzo di partenza intorno ai 41 mila euro.

Una soluzione unica è il pannello solare sul tetto, che produce energia quando il veicolo è fermo, per ricaricare la batteria dedicata, che fornirà altra energia alla guida ibrida. L’accumulatore si ricarica in poco più di tre ore da casa. Tra i limiti, le dimensioni ridotte del bagagliaio e del sedile posteriore.

6. Ford Kuga

Ford Kuga

Anche lo storico produttore americano sta completando la propria offerta con veicoli elettrici. Questo SUV muscoloso dalla linea piacevole arrivato alla terza generazione offre un motore a combustione interna da 2500 CC, con una batteria da 14,4 kWh. Il prezzo di partenza è di 38.250 €.

L’autonomia in modalità solo elettrica raggiunge 56 km, poi l’auto gestisce automaticamente il passaggio da modalità elettrica a motore a benzina. Le dimensioni sono generose, con una lunghezza che supera i 4,5 m, mentre l’altezza da terra è di soli 16 cm.

7. Hyundai Ioniq

Hyundai Ioniq

Berlina ecologica ibrida o completamente elettrica, con un profilo aerodinamico eccellente. In versione ibrida, percorrere circa 20 km al litro, con un motore a benzina da 1600 CC e l’unità elettrica da 43 CV. Si tratta di un modello appena rinnovato sia nei contenuti che nell’estetica. L’abitacolo è molto spazioso anche per cinque persone, il bagagliaio è all’altezza (341/1401 litri). Prezzo di partenza per l’allestimento Tech è di 37.000 €.

L’accumulatore si ricarica completamente in circa due ore da colonnina, sei ore da casa. La trazione è anteriore, con cambio automatico robotizzato a sei marce e doppia frizione. Il lunotto posteriore è molto inclinato, a scapito della visibilità posteriore. I consumi sono discreti (più di 25 km al litro nel ciclo combinato) e la modalità completamente elettrica offre un’autonomia di circa 60 km con batteria completamente carica.

Conclusione

L’auto ibrida ricaricabile sta diventando lo standard di mercato per tutti i produttori automobilistici, anche grazie agli incentivi e alla sempre maggiore diffusione della rete di colonnine di ricarica. La funzione plug-in aumenta l’autonomia solo in elettrico, nonostante il prezzo ripartenza l’auto ibrida è più economica grazie ai consumi molto ridotti.

A contendersi il titolo di migliore auto ibrida economica attualmente sul mercato ci sono Kia Niro, Hyundai Ioniq e For Kuga, mentre per un’auto ibrida a 7 posti chiudendo un occhio sul budget la Lexus RX 450 H è senz’altro la prima della classifica di migliore auto ibrida del 2020.

[Voti: 0   Media: 0/5]