Cosa fare se l’olio entra nel liquido di raffreddamento

Cosa fare se l’olio entra nel liquido di raffreddamento

Il refrigerante, o liquido di raffreddamento, è una sostanza fluida impiegata nell’impianto di raffreddamento del motore, che ha la capacità di assorbire il calore dalle parti del motore che tendono a surriscaldarsi, disperdendolo. L’olio motore, invece, assolve al compito di lubrificare i vari componenti del motore, facendo in modo che questi abbiano una durata di servizio più lunga e che le prestazioni complessive dell’auto migliorino. Esso è costituito da una base, in genere minerale o sintetica, alla quale fino ad una percentuale del 30% si aggiungono degli additivi speciali. Questi ultimi hanno il fine di impedire la formazione di residui e di schiuma, facendo anche in modo che la forza d’attrito diminuisca, rendendo in questo modo più difficili i processi di ossidazione. 

Vista il loro ruolo per il corretto funzionamento del motore, ogni automobilista con un po’ di esperienza è consapevole dell’importanza di un controllo regolare del livello di questi liquidi, di un controllo della loro purezza e della loro sostituzione a tempo debito. È inoltre necessario fare attenzione a che il tipo di refrigerante o di olio motore acquistato siano compatibili col proprio modello d’auto, ai fini di evitare spiacevoli problemi.

Come tutti gli automobilisti, tuttavia, ben sanno, può anche succedere di trovare delle tracce d’olio nel liquido di raffreddamento. In questo caso dovrebbe suonare immediatamente un campanello d’allarme, in quanto i due liquidi circolano in due circuiti separati e per tal ragione non dovrebbero entrare in contatto. Tra le altre cose questo potrebbe essere il segnale di una pericolosa depressurizzazione dei due circuiti. Questo problema viene rilevato in modo abbastanza empirico, quando ad esempio controllando il livello del liquido refrigerante si constata un cambiamento di tonalità del colore, una sua densità anomala o anche la presenza di residui di olio sul collo del serbatoio o nel serbatoio stesso. 

Vediamo pertanto con parole chiare e concise di dare alcuni consigli pratici sul da farsi in questa evenienza, prendendo in esame i componenti del motore che possono essere responsabili di questa infiltrazione.

Scambiatore acqua olio

Scambiatore acqua olio

Nelle auto di ultima generazione lo scambiatore acqua-olio assolve alla medesima funzione del radiatore di raffreddamento del motore, ragione per cui questo componente viene anche chiamato radiatore olio. Questo accessorio aiuta a tenere sotto controllo la temperatura del motore, migliorando in tal modo le sue prestazioni. Lo scambiatore è solitamente composto da una serie di piastre metalliche. Se la tenuta di queste piastre cede, allora si avrà un’infiltrazione dell’olio nel liquido refrigerante, in quanto l’olio ha una pressione maggiore rispetto a quella dell’altro liquido.

 Le ragioni per cui questo componente si rompe sono essenzialmente quattro: 
  • ! Utilizzo di acqua in luogo del liquido refrigerante, che ha provocato l’ossidazione delle piastre.
  • ! Cambi di olio troppo distanti nel tempo.
  • ! Utilizzo di tipo d’olio non adatto al proprio modello d’auto.
  • ! Degli stress termici o meccanici che hanno causato delle crepe sulla superficie del dispositivo.

Se si è certi che la causa del problema sia riconducibile allo scambiatore, la soluzione migliore sarà la sua sostituzione, che avverrà in concomitanza con il cambio dell’olio, del refrigerante e del filtro dell’olio, ai fini di essere certi che i due liquidi in circolo siano privi di contaminazioni.

Guarnizione della testata

Una scarsa tenuta della guarnizione della testata può essere la causa di infiltrazioni di olio nel liquido di raffreddamento. La guarnizione di testa è un componente dell’auto, realizzato di solito in alluminio o ghisa, che copre la parte superiore di uno o più cilindri. La sua funzione principale è quella di proteggere pistoni e cilindri da infiltrazioni d’olio, impedendo che questo liquido entri in contatto con l’acqua. La presenza di un tipico colore nocciola, riscontrabile sia sotto al tappo di rifornimento olio motore che sotto al tappo della vaschetta radiatore, è un segnale di un problema di tenuta di questo componente, che ha causato l’infiltrazione dell’olio.

Guarnizione della testata
 Le cause che provocano il malfunzionamento della guarnizione sono in genere tre: 
  • ! Usura, dovuta all’età o ad uno stress eccessivo.
  • ! Eccessive temperature, dovute ad esempio ad un surriscaldamento del motore.
  • ! Un difetto di fabbrica o anche la non perfetta adattabilità della guarnizione al proprio modello d’auto.

In questo caso sarà necessario sostituire il prima possibile questa guarnizione, dal momento che il suo malfunzionamento potrebbe anche provocare il blocco di tutto il motore. La sua sostituzione dovrebbe essere affidata nelle mani di un esperto meccanico, tuttavia, se si ha un po’ di esperienza ed avvalendosi anche dell’ausilio di video tutorial disponibili in internet, si tratta di un’operazione che potrebbe essere effettuata anche nel garage di casa.

 Altre possibili cause: 
  • !
    Un malfunzionamento della pompa, dovuto ad esempio ad una sua usura, può manifestarsi in una depressurizzazione che causa un’infiltrazione di olio al suo interno.
  • ! Un malfunzionamento degli ugelli del sistema di raffreddamento del motore può causare un’infiltrazione d’olio.
  • ! Un guasto dei tubi del circuito di raffreddamento o del circuito di lubrificazione può essere la causa del contatto tra i due liquidi. In genere questo genere di guasto è dovuto all’invecchiamento dei materiali dei tubi o anche a delle situazioni di stress o di surriscaldamento che portano alla formazione di crepe.

La presenza di infiltrazioni d’olio nell’antigelo può creare dei problemi molto seri, compromettendo il corretto funzionamento del motore.

 Ecco qui i più importanti: 
  • ! La tenuta dei sistemi di lubrificazione non sarà più sicura ed i componenti del motore, non più lubrificati in maniera adeguata, potrebbero essere soggetti ad usura precoce o a causa dell’attrito addirittura rompersi.
  • ! Aumento del rischio di grippaggio del motore.
  • ! Corrosione delle pareti del cilindro.
  • ! Penetrazione dell’antigelo nelle camere di combustione, con le conseguenze che si possono ben immaginare.
  • ! Blocco completo del motore a causa di quello che in gergo è chiamato colpo d’ariete.

L’infiammabilità dell’antigelo a causa dell’olio infiltrato può ugualmente rappresentare un serio problema, dal momento che questo liquido entra in contatto con parti spesso soggette a surriscaldamento.

Soluzione

Per le ragioni sopra esposte, l’infiltrazione di olio motore nell’antigelo non va in alcun caso sottovalutata. Pertanto è vivamente raccomandabile portare l’auto in una stazione di servizio, dove un meccanico sarà in grado di diagnosticare il problema e trovare la soluzione più appropriata. Insieme alla sostituzione del componente difettoso, occorrerà anche procedere ad una pulizia accurata sia del sistema di raffreddamento che di quello di lubrificazione, sostituendo quindi tanto il liquido refrigerante che l’olio motore. Essendo infatti l’olio un liquido di alta densità, attraverso questa pulizia si eviterà che possibili residui restino in circolo, intaccando in tal modo la purezza del liquido di raffreddamento.

Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *