Come scegliere una batteria per auto

Come scegliere una batteria per auto

Per essere certi di avviare il motore dell’auto a prescindere dalle condizioni metereologiche, bisogna mantenere la batteria dell’auto in condizioni di funzionamento ottimale. La sua durata di vita media va dai 5 ai 7 anni. Si consiglia di sostituire il componente alla fine di questo periodo di tempo. Continuate a leggere per scoprire quali sono le tipologie di batterie più richieste ed efficienti attualmente. Vi diremo inoltre quali sono gli aspetti da considerare quando scegliete una batteria per auto.

 Tipologie di batterie per auto 

Accumulatore al piombo-acido (batteria al piombo-acido)

I loro elettrodi sono composti di piastre ricoperte da piombo spugnoso o da diossido di piombo. Una soluzione di acido solforico viene utilizzata come soluzione elettrolitica. Queste batterie sono molto diffuse ed economiche se paragonate ad altre tipologie; sono meno sensibili alle condizioni di sovraccarico e di variazione di voltaggio nel sistema di alimentazione elettrica del veicolo. Scaricare completamente queste batterie è molto dannoso poichè ciò causa la solfatazione delle piastre. Non è tanto meno consigliabile mantenere una carica bassa della batteria. Ciò potrebbe capitare durante il periodo invernale negli spostamenti più brevi. La soluzione elettrolitica potrebbe infatti congelarsi a basse temperature; e anche evaporare. Ecco perchè, se la batteria non è contrassegnata con l’etichetta “esente da manutenzione”, si avrà bisogno di controllare la densità della soluzione elettrolitica contenuta all’interno e diluirla di volta in volta con acqua distillata.

Accumulatore al piombo-acido (batteria al piombo-acido)

Batterie con tecnologia EFB (Enhanced Flooded Battery)

Queste differiscono dalle batterie tradizionali piombo-acido per via della configurazione delle piastre: viene applicata infatti un particolare tipo di materiale in poliestere sulla superficie della piastra positiva. Ciò serve ad evitare la solfatazione delle piastre e l’erosione del piombo spugnoso, aumentandone così il ciclo di vita. Queste batterie sono caratterizzate da prestazioni migliori, velocità di ricarica e possono ripristinare fino al 100% della loro capacità di carica iniziale dopo una scarica profonda. Esse sono dotate anche di un elevato amperaggio di avviamento a freddo. Queste batterie sono un po’ più costose rispetto alle tradizionali batterie piombo-acido ma sono molto più efficienti e hanno cicli di vita più lunghi. Esse rimangono operative a temperature al di sotto dei -50°С. Tali fonti di energia non sono compatibili con veicoli dotati di frenata rigenerativa.

Batterie con tecnologia EFB (Enhanced Flooded Battery)

Batterie con tecnologia AGM (Absorbent Glass Mat)

La differenza cruciale rispetto a quelle standard è la pellicola in fibra di vetro che assorbe la soluzione elettrolitica. Tali batterie si possono ricaricare 2-3 volte più velocemente di quelle tradizionali. Nonostante esse abbiano le stesse dimensioni di altre tipologie, la loro capacità è notevolmente superiore. Esse sono anche più resistenti alle vibrazioni. Tra i loro svantaggi c’è anche il prezzo più elevato. Il sovraccarico è pericoloso per questo tipo di batterie, così come la loro conservazione in condizioni di scarica profonda.

Batterie con tecnologia AGM (Absorbent Glass Mat)

Batterie Gel

Analogamente agli accumulatori elencati qui di sopra, queste appartengono alla tipologia piombo-acido, ma l’elettrolita all’interno viene reso inerte e gelatinizzato tramite l’aggiunta di diossido di silicio. Ciò aumenta il ciclo vitale della batteria fino a raggiungere i 10 anni. Queste batterie sono più resistenti nelle condizioni di scariche profonde: esse sopportano fino a 400 cicli di scarica, mentre le batterie standard con celle elettrolitiche solamente dai 20 ai 30. Inoltre, esse presentano un elevato amperaggio di avviamento: 2-2,5 volte superiore rispetto al normale. Grazie a questo, è possibile avviare il motore senza alcuna difficoltà anche negli inverni più freddi. Per di più queste batterie si ricaricano più velocemente, il che aiuta ad evitare problemi causati da tragitti di percorrenza frequenti e brevi. Esse hanno un bassissimo livello di auto-scarica ma sono dispendiose. Quando le usate, è importante controllare le condizioni dell’attrezzatura elettrica in particolare il regolatore con alternatore di tensione. Anche il minimo sovraccarico causa cambiamenti irreversibili nel contenuto dell’elettrolita ed è nocivo per questo tipo di batterie.

Batterie Gel

Nota importante: Prima di acquistare una batteria di un certo tipo che differisce da quelle standard installate in dotazione, si consiglia di controllare il manuale del veicolo per assicurarsi che ciò è permesso dal produttore. Utilizzare una batteria non compatibile è pericoloso!

 4 parametri da considerare quando si sceglie una batteria 

Capacità

Viene misurata in ampere-ora (Ah). Questo parametro mostra la corrente che una batteria è in grado di fornire in 20 ore di scarica con un voltaggio al di sopra dei 10,8 V. Ad esempio, una batteria con 72 Ah ha una capacità sufficiente di fornire una corrente di 3,6 A per 20 ore. Maggiore è la potenza dell’auto, più elevata sarà la capacità della batteria richiesta.

Amperaggio di avviamento a freddo (CCA)

Questo valore è misurato in ampere. Esso mostra la corrente di batteria massima che può essere fornita nei primi secondi per avviare il motore a −18 °C. Questo valore indica se la batteria ha abbastanza potenza per avviare il motore in inverno. Tale parametro per i veicoli passeggeri con motori a benzina dovrebbe essere oltre i 255 A e oltre i 300 A per quelli diesel.

Dimensioni

Esse dovrebbero corrispondere alle dimensioni delle attrezzature standard. Altrimenti, si avrebbero alcune difficoltà durante l’installazione della batteria. Infatti, le batterie prodotte per i veicoli americani hanno i terminali su di un lato, diversamente dalle auto europee che hanno i terminali in cima. Inoltre, esse hanno una filettatura all’interno.

Polarità

Può essere normale o invertita. Nel primo caso, il terminale positivo è posizionato sulla sinistra, nel secondo, si trova sulla destra. La polarità normale viene indicata abitualmente con il segno 1 o L, invertita con 0 o R. La polarità di una batteria nuova dovrebbe essere la stessa di una vecchia, altrimenti il cavo per la connessione non sarà abbastanza lungo.

Nota importante: Raccomandiamo di scegliere i prodotti di marche famose come Bosch, Varta, Vemo, Exide, Ipsa, Energizer, Herth+Buss Elparts, Magneti Marelli. I loro prodotti si contraddistinguono per l’alta qualità, e con la dovuta manutenzione, dureranno a lungo per gli anni avvenire.

In conclusione

Eseguire un lavoro stabile sull’apparecchiatura elettronica e l’abilità di avviare il motore dipende direttamente dalle condizioni della batteria dell’auto. Ecco perchè è molto importante scegliere un articolo che corrisponda alle specifiche tecniche del veicolo. Si possono trovare le informazioni sui parametri della batteria installata in dotazione direttamente all’interno della sua custodia oppure nel manuale dell’auto. Suggeriamo di non modificare i parametri dell’apparecchio che ha selezionato: ciò potrebbe essere pericoloso. Fate i vostri acquisti da AUTODOC: qui troverete solamente prodotti affidabili.

[Voti:    Media: /5]