Come scegliere e cambiare il liquido del radiatore

Come scegliere e cambiare il liquido del radiatore

Il sistema di raffreddamento del motore comprende vari tubi che trasportano il fluido tecnico dal motore al radiatore. Il liquido refrigerante è una miscela di acqua e antigelo, hai il compito di trasferire il calore dal motore per raffreddarlo, portandosi verso il radiatore, dove si raffredda. Gli antigelo non sono tutti uguali, bisogna scegliere un prodotto compatibile col proprio veicolo, facendo molta attenzione a non mescolare prodotti non compatibili tra loro. Vedremo come cambiare il liquido di raffreddamento in modo semplice.

Come scegliere il liquido del radiatore

Esistono vari prodotti sul mercato, anche perché le esigenze dei veicoli dipendono molto dalle condizioni operative e dall’ambiente in cui circolano. Il liquido refrigerante deve rispettare due requisiti fondamentali: deve resistere alle temperature alte che incontra nel motore, ma deve anche resistere alle temperature rigide dell’inverno. Per questo, la miscela giusta di acqua e antigelo dipende dalle auto e dalle regioni.

Come scegliere il liquido del radiatore

Ogni liquido di raffreddamento ha degli additivi, che a volte non sono compatibili con altri prodotti. Ci sono additivi antischiuma, additivi antiossidanti, silicati. Inoltre il liquido del radiatore è colorato, molti prodotti moderni sono di colore rosso, ma anche prodotti dello stesso colore non sono sempre compatibili tra loro.

La regola d’oro è usare sempre lo stesso prodotto, rabboccando il livello quando necessario, oppure, se si vuole cambiare totalmente prodotto, svuotare l’impianto, lavarlo e poi inserire il nuovo liquido refrigerante.

Quando sostituire il liquido del radiatore

Il liquido di raffreddamento tende a consumarsi e a usurarsi col tempo. Inoltre, nel sistema di raffreddamento possono entrare impurità o olio, che fanno perdere al fluido tecnico la capacità di dissipare il calore, quindi il liquido refrigerante diventa col tempo sempre meno efficiente. Se il livello del fluido scende, ma è comunque di qualità, senza contaminanti, si può procedere a un rabbocco: si aggiunge una certa quantità di altro fluido, dello stesso tipo. Se invece l’antigelo è vecchio o contaminato, bisogna cambiarlo.

Quando sostituire il liquido del radiatore

Ogni produttore indica nel manuale tecnico dell’auto questi intervalli e le tipologie di fluido compatibili. Normalmente, in assenza di guasti o perdite, un prodotto standard può durare 3 anni, mentre un prodotto moderno, il cosiddetto liquido di raffreddamento “Long Life”, può prolungare l’intervallo di sostituzione anche fino a 5 anni o più.

Come diluire il liquido antigelo

Il liquido del radiatore può essere pronto all’uso o concentrato. In questo caso, bisogna diluire l’antigelo con acqua. L’antigelo non è un ingrediente facoltativo. non serve solo a evitare che il liquido nel radiatore ghiacci. Gli additivi contenuti nel fluido infatti ne cambiano il punto di gelo ma anche il punto di ebollizione. Il sistema deve essere protetto sia a temperature inferiori allo 0°C che alle temperature circostanti al motore, quindi oltre i 100°C. Ecco perché l’acqua da sola non basta per raffreddare il motore.

Come diluire il liquido antigelo

Il rapporto di miscela tra acqua e antigelo è indicato in ogni prodotto, ma ci sono dei margini. Per capire, la quantità minima di antigelo dev’essere del 30% (70 di acqua e 30 di antigelo), mentre la quantità massima può arrivare al 60% (40 di acqua e 60 di antigelo). L’acqua da utilizzare deve essere acqua distillata, priva di sostante minerali. Inoltre, bisogna fare attenzione quando si manipolano l’antigelo e l’acqua, perché il passaggio da un contenitore a un altro, o il momento dell’inserimento nel sistema di raffreddamento, sono i momenti in cui si rischia di più di sporcare il prodotto. Se dei contaminanti (come polvere o detriti) entrano nel sistema, si rischia di dover rifare tutto ben presto.

Come sostituire liquido refrigerante auto

I passaggi da seguire per sostituire il liquido refrigerante sono i seguenti:

  • Drenare il vecchio liquido.
  • Lavare il sistema di raffreddamento
  • Versare il nuovo liquido di raffreddamento.

La procedura per drenare il liquido varia da veicolo a veicolo, si trova descritta nel manuale dell’auto. Si consiglia di operare in un ambiente protetto per evitare che i prodotti nuovi che andremo a inserire nel sistema di raffreddamento possono essere contaminati da polvere o altri detriti presenti nell’ambiente. Il liquido refrigerante drenato non va smaltito con leggerezza, si tratta di un prodotto esausto, non va riutilizzato.

Per quanto riguarda il lavaggio del sistema di raffreddamento, a seconda delle condizioni del veicolo, si può fare un lavaggio semplice con acqua calda, oppure un lavaggio approfondito con prodotti tecnici appositi.

Come sostituire liquido refrigerante auto

Una volta pulito il sistema, si può versare all’interno il nuovo liquido di raffreddamento. Il livello di fluido deve arrivare appena sotto alla tacca del livello massimo nel vaso di espansione.

 FAQ, domande e risposte 

⚠ A cosa serve il liquido antigelo?

Il liquido antigelo serve a far raffreddare il motore. Il calore dissipato dal motore può scaldare l’aria del riscaldamento dell’abitacolo, oppure può essere scambiato con il flusso d’aria contraria che colpisce il radiatore. Il liquido refrigerante non deve ghiacciare facilmente e non deve raggiungere il suo punto di bollore alle temperature interne del motore.

⚠ Come si controlla il liquido radiatore?

Nel cofano c’è un contenitore, spesso bianco e semitrasparente, che contiene un liquido colorato. È il vaso di espansione attraverso il quale passa il liquido del radiatore. Si chiama vaso di espansione perché il volume del liquido cambia con la temperatura. All’esterno del vaso di espansione ci sono due tacche che indicano il livello minimo (MIN) e il livello massimo (MAX) del fluido. Il liquido di raffreddamento non deve mai scendere sotto il livello minimo.

⚠ Come funziona il liquido di raffreddamento?

Il liquido di raffreddamento scorre nel sistema di raffreddamento, che è composto da un circuito grande e uno piccolo. Quando il motore si avvia, il fluido viene spinto dalla pompa nel circuito. Nei primi minuti, finché il motore non ha raggiunto la temperatura operativa, il liquido circola nel circuito più breve, cioè non raggiunge il radiatore, perché non ha ancora bisogno di raffreddarsi e deve favorire il riscaldamento del motore. Una volta raggiunta la temperatura operativa, il termostato apre il circuito grande, così il liquido refrigerante raggiunge il radiatore, che contiene una serie di lamelle e superfici in cui il fluido viene raffreddato dal flusso d’aria contraria dovuto al veicolo in movimento. Se questo non è sufficiente, si accende una ventola forzata.

⚠ Che liquido usare per il radiatore?

I prodotti antigelo compatibili con ogni modello di veicolo possono cambiare. La soluzione più semplice è scegliere un prodotto pronto della marca indicata nel manuale tecnico dell’auto. Altrimenti si può optare per un antigelo concentrato da diluire con acqua distillata.

⚠ Quanto liquido radiatore serve?

Anche questo è un dato variabile, che dipende soprattutto dalle dimensioni del motore e del veicolo. Il parametro si trova nel manuale dell’auto. Mediamente si tratta di circa 6 litri di fluido.

Conclusione

Il liquido del radiatore svolge una funzione importante per raffreddare il motore. I prodotti moderni possono durare diversi anni, ma il sistema di raffreddamento va sempre tenuto controllato. Se l’antigelo comincia a scarseggiare, bisogna procedere con un rabbocco versando altro liquido dello stesso tipo. Se però il liquido refrigerante è contaminato o molto vecchio, bisogna lavare il sistema e sostituire il liquido di raffreddamento con un prodotto nuovo. Si tratta di una procedura piuttosto semplice, basta scegliere il prodotto giusto.

[Voti: 2   Media: 5/5]