Che cos'è l'SRS? Funzionalità, tipologie e come funziona

Che cos’è l’SRS? Funzionalità, tipologie e come funziona

L’acronimo SRS (Supplemental Restraint System) indica un sistema di sicurezza passiva il cui scopo è quello di proteggere il conducente e i passeggeri nelle situazioni di emergenza.

 Gli elementi SRS includono: 
  • airbag frontali e laterali;
  • poggiatesta attivi;
  • pretensionatori delle cinture di sicurezza;
  • sensori;
  • modulo di controllo.

I componenti SRS possono essere installati  in varie zone del veicolo: sotto il cofano, nei sedili e anche sul cruscotto.

L’obiettivo dei sensori SRS è quello di misurare i parametri della vettura in movimento e di tracciare la posizione delle persone nell’abitacolo. Tutte queste informazioni vengono inviate al modulo di controllo che si occupa della gestione degli attuatori.

In caso di situazioni di emergenza, ad esempio, quando una vettura si scontra con un ostacolo ad una velocità di 50 km/h o più, si attivano i sensori inerziali. Conseguentemente, il modulo di controllo attiva le cariche propellenti degli airbag e infine, si attivano gli airbag.

il modulo di controllo attiva le cariche propellenti degli airbag

L’inflazione degli airbag avviene grazie al gas secco contenuto nelle capsule: questo si scioglie grazie ad un impulso elettrico e il gas generato gonfia l’airbag.

 Le cariche propellenti non si attivano quando: 
  • l’auto si scontra con un oggetto morbido;
  • l’impatto sopraggiunge dal retro (si attivano i poggiatesta attivi);
  • l’impatto sopraggiunge lateralmente e gli airbag laterali non sono presenti.

Altri sensori rilevano se una persona ha allacciato la cintura di sicurezza o meno. Il livello della tensione delle cinture di sicurezza può aumentare a seguito di un appropriato segnale proveniente dal modulo SRS.

Il sistema SRS interagisce con la chiusura centralizzata: le portiere, se bloccate al momento dell’incidente, vengono sbloccate subito dopo la generazione del segnale SRS. In questo modo i soccorritori possono soccorrere i feriti.

[Voti: 0   Media: 0/5]