Antifurto auto: funzioni, apparecchi, problemi

Antifurto auto: funzioni, apparecchi, problemi

Avere un’auto dotata di antifurto offre un doppio vantaggio, è un deterrente per eventuali ladri e può anche far risparmiare sui costi dell’assicurazione auto. I numeri dei furti d’auto in Italia sono sempre molto alti, circa 300 al giorno, un fenomeno addirittura in espansione. Non sempre è possibile proteggere l’auto in un box, specialmente nelle grandi città, proprio dove avvengono moltissimi furti.

Ci sono molti tipi di antifurto auto, dall’antifurto auto meccanico meno sofisticato, all’antifurto satellitare, in grado di monitorare costantemente la posizione del veicolo. Vedremo quali sono i criteri per trovare un antifurto auto migliore per il proprio veicolo e cosa fare in caso di guasto.

I tipi di antifurto auto più comuni

Tra i vari tipi di antifurto, ci sono scelte più economiche e semplici, come anche soluzioni tecnologiche più avanzate. Dall’antifurto auto satellitare, ai modelli elettronici a sirena o Immobilizer, in dotazione di serie nei modelli più recenti, fino all’antifurto auto meccanico, più semplice, visibile, un antifurto auto senza installazione, ma non altrettanto sicuro.

Le scelta dell’antifurto auto migliore dipende dipende prevalentemente dal modello di auto e dalla zona in cui questo opera, oltre che dal budget. L’antifurto ha sempre una funzione preventiva, deterrente, ma in alcuni casi può essere un vero e proprio “cerca-auto” che consente di ritrovare sempre e comunque il veicolo.

Antifurto auto meccanico

Antifurto auto meccanico

L’antifurto auto meccanico è la scelta più economica. Si tratta di un dispositivo, un antifurto auto universale che impedisce all’eventuale ladro di utilizzare il veicolo, una volta fatto irruzione e avviato il motore. L’antifurto auto meccanico può bloccare il volante, le ruote, i pedali.

Questi accessori sono visibili dall’esterno, quindi sono un deterrente che rende più difficile l’eventuale furto. Purtroppo si possono “scassinare” e non offrono una protezione totale, se vengono forzati non avvertono il proprietario e la posizione del veicolo diventa ignota. Ma sono anche facili da installare, riducendo molto i costi. Scelta ideale per auto con budget limitato.

Uno sviluppo tecnologico della scelta meccanica è l’antifurto auto Block System. Si tratta di una soluzione meccatronica che combina l’ostacolo meccanico visibile con una tecnologia di protezione elettronica, protetta da interferenze o rischio di clonazione. Intelligenza e robustezza in un bloccasterzo con protezione elettronica del motore, che protegge dall’utilizzo di centraline di bypass.

Antifurto elettronico auto

Antifurto elettronico auto

L’elettronica è entrata nel mondo dell’automobile ormai da decenni. L’antifurto elettronico in auto è comandato da una centralina separata, spesso montata nel cofano. Molte vetture di recente costruzione offrono un antifurto di tipo Immobilizer, che si attiva immediatamente quando la chiave (che contiene una codifica elettronica) viene tirata fuori dal blocco di accensione. Il motore così non può partire.

Un e proprio antifurto perimetrale

Un altro modello di antifurto elettronico auto è quello a sirena, che scatta quando viene individuata un’attività anomala all’esterno o all’interno dell’auto. Questa soluzione sfrutta dei sensori esterni (un vero e proprio antifurto perimetrale) e interni. Si tratta di un antifurto volumetrico auto, cos’è che lo rende così popolare? Questa soluzione si trova anche in molte abitazioni.

Ogni variazione di volume, come apertura portiere, finestrini, anche tramite scasso, ma anche modifica del volume interno, dovuta a un movimento a sistema attivato, fa scattare una sirena molto potente, spesso accompagnata dal lampeggiare delle quattro luci, che individua chiaramente (per tutti) la posizione del veicolo e l’effrazione in corso.

Il costo di un antifurto elettronico si aggira sui 200 €, per i modelli a sirena, mentre i modelli di tipo Immobilizer possono costare anche la metà, manodopera di montaggio inclusa. Spesso si trovano già installati di serie dei modelli più recenti. Nel caso di chiave elettronica, l’antifurto auto con telecomando consente di attivare o disattivare le funzioni del veicolo anche a distanza.

Nei modelli di auto dotati di funzione accensione keyless (senza chiave), il funzionamento dell’antifurto auto wireless sfrutta il riconoscimento delle impronte digitali sugli appositi sensori, oppure la comunicazione di chiave elettronica e centralina senza contatto, una specie di telecomando sempre attivo.

Antifurto auto satellitare

Antifurto auto satellitare

Il modello probabilmente più efficace è l’antifurto auto GPS, che sfrutta i satelliti condivisi anche dal navigatore, con una centralina separata, di solito vicina alla batteria. L’antifurto satellitare registra tutti gli spostamenti in tempo reale, quindi è sempre possibile sapere dove si trova il veicolo, basta un’app sullo smartphone.

Un antifurto auto infallibile nel ritrovare un veicolo, ma non sicuro al 100% (delle mani particolarmente esperte potrebbero neutralizzarlo). Per questo, sull’antifurto satellitare per auto, le opinioni sono discordanti soprattutto sul costo, che può superare ampiamente i 500 €. D’altro canto, i veicoli dotati di antifurto auto satellitare possono risparmiare moltissimo sui costi di assicurazione.

Di fronte al costo piuttosto elevato, questa soluzione è un vero e proprio antifurto auto con avviso telefonico, che si può impostare in combinazione con la funzione di localizzazione, per poter eventualmente bloccare il motore anche in remoto.

Antifurto auto impazzito, cosa fare

Anche il miglior antifurto auto 2020 può avere dei problemi. In particolare, nel caso degli antifurti elettronici, uno dei problemi più comuni è l’antifurto auto impazzito. Oltre a creare disagio per la rumorosità della sirena, un antifurto auto che suona da solo può costare caro anche in termini di sanzioni. Il limite massimo stabilito dal codice della strada per un antifurto auto che suona senza motivo è di tre minuti. Se non si interviene per tempo, si rischia la multa.

Se il problema è del tutto occasionale, è difficile determinare la causa, potrebbe anche essere un tentativo di furto non visto, un urto anche involontario, una interferenza. Se si tratta di guasti diversi, di carattere elettronico, il problema può diventare ricorrente e bisogna rivolgersi all’elettrauto o all’installatore. Anche perché il guasto successivo potrebbe essere un antifurto che non funziona affatto, proprio quando serve.

Conclusione

L’antifurto auto è diventato ormai un accessorio quasi indispensabile. Infatti, molti veicoli moderni vengono prodotti con antifurto elettronico di serie. Se l’auto non è dotata di antifurto, si può provvedere spendendo poco con un antifurto auto meccanico, ma se il valore dell’auto è alto conviene installare un antifurto auto satellitare, che oltretutto consente di risparmiare qualcosa sull’assicurazione contro il furto.